lapugliativaccina.regione.puglia.it

Sabato pomeriggio la polizia locale ha  arrestato un 32nne barese con precedenti penali dopo che, alla guida di un motociclo, aveva seminato terrore per le vie del centro murattiano. Poco prima delle 18.30, una pattuglia di agenti motociclisti aveva  intercettato un motoveicolo che aveva attraversato più intersezioni di via Andrea Da Bari con il semaforo rosso, invitandolo a fermarsi in piazza Moro. Il conducente, anziché fermarsi ha improvvisamente accelerato fuggendo. I due agenti si sono posti all’inseguimento del fuggitivo che, pensando di poterli seminare, s’è lanciato ad elevata velocità per le vie del centro, prendendo alcune vie contro mano facendo slalom su marciapiedi dove in quel momento il traffico pedonale era elevato, seriamente rischiando di investire qualche pedone. Per fortuna non ci sono stati feriti tra i passanti. L’inseguimento è terminato in corso Sonnino all’altezza della via Corfù, dove il soggetto con la sua Honda SH300 è andato a schiantarsi frontalmente contro una moto della Polizia Locale che gli aveva bloccato la strada. I due agenti hanno subito lesioni che richiederanno 15 giorni di cure. La moto è stata sequestrata in attesa della confisca. Il pregiudicato non aveva mai preso la patente ed era recidivo poiché era stato sanzionato più volte per la stessa ragione. Oggi il processo per direttissima.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui