Cabtutela.it
Aproli

Una “furbata” per cercare di non pagare la sosta o atto vandalico? Quale che sia l’intento, questo è il risultato, al park & ride di Parco 2 giugno, a Bari: barriere divelte e adagiate sul terreno. Non è la prima volta che l’area è teatro di scorribande barbariche o furti.

Più volte gli assidui frequentatori del parcheggio di scambio hanno chiesto l’intervento del Comune per garantire una maggiore sicurezza. In realtà su quell’area è previsto un mega progetto di restyling con telecamere, lampioni e anche aiuole.

Il progetto

Il Comune ha stanziato due milioni e 500mila euro per ristrutturare l’intera area di sosta.  Tra gli interventi di riqualificazione, è prevista l’installazione di 40 pali di illuminazione, 10 telecamere ad alta definizione e ripresa a infrarossi notturni collegate alla Polizia municipale. Prevista la piantumazione di circa 80 nuovi alberi e 200 arbusti, e negli stalli per la sosta sarà realizzata una pavimentazione drenante, simile a quella del parcheggio Ikea. Su viale della Resistenza sarà realizzato uno spazio di sosta per i bus navetta con tre aree di attesa per pedoni allestite con 12 panchine. Altre 8 panchine sono previste su viale Costituente. L’accesso all’area di parcheggio sarà riorganizzata, con ingresso auto da viale della Resistenza e uscita da viale della Costituente. Per consentire la ridistribuzione interna saranno ridotti i posti auto da 400 a 300. “A breve – assicura l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso – procederemo con la gara di appalto, stiamo ultimando le procedure di esproprio”.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui