Domenica scorsa ha accoltellato il figlio di 14 anni e la figlia di sei, quest’ultima ricoverata in gravi condizioni anche se con lievi miglioramenti all’ospedale Ss. Annunziata di Taranto. Oggi ha chiesto di poterli rivedere, nell’udienza davanti al gip Paola Incalza, avvalendosi per il resto della facoltà di non rispondere. “Fatemi rivedere i miei figli” sarebbero le poche parole pronunciate questa mattina dal 49enne di Taranto finito in carcere con l’accusa di tentato omicidio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. L’indagato è stato assistito da un difensore d’ufficio dopo la rinuncia al mandato da parte del legale di fiducia.

L’uomo ha prima accoltellato al collo il figlio 14enne (che guarirà in 15 giorni) dopo averlo attirato con un tranello in una stradina nei pressi della Motorizzazione, poi è tornato nell’abitazione di sua madre, che ospitava da qualche i giorno i due minori dopo la separazione dei genitori, e ha scaraventato dal balcone del terzo piano la figlia di 6 anni, ora ricoverata in condizioni gravissime all’ospedale Santissima Annunziata.

aqpfacile.it
progettoimmobiliaresrl.com
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here