“Ho vissuto la prima estate da svincolato dall’Olbia. Fino alla chiamata del Bari non avevo offerte concrete. Quando ho avuto il contatto con la Puglia non ho esitato. Qui, in questa piazza, ci si sente calciatori”. Così il giovane mediano del Bari, Andrea Feola (foto facebook), ha raccontato i primi mesi della sua esperienza in biancorosso, nella quale in molti lo paragonano per la somiglianza nel viso a Daniele Sciaudone, ex molto amato.

“Gioco di più e in questa squadra mi sento importante. Da Brienza e Di Cesare si impara molto”, ha aggiunto. “La Turris è una squadra attrezzata – ha detto commentando la partita di domenica scorsa – per lottare fino alla fine per vincere il campionato. Se non sblocchi il risultato, quando passa il tempo, gli avversari si chiudono. Un pò di sfortuna non ci ha fatto conquistare i tre punti. A Marsala dovremo essere concentrati al cento per cento – ha concluso – per puntare a fare bottino pieno”.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here