Vincere una tappa al Giro d’Italia ha sempre un sapore speciale, che sia il “grande” giro su strada o quello meno popolare del ciclocross. Vincere indossando la maglia di campione d’Italia è ancora più bello. Ed è ciò che ha fatto Ettore Loconsolo nella categoria Allievi a Ferentino, sede della quarta prova del Giro organizzato dall’Asd Romano Scotti. Malgrado il fango, Loncolo è riuscito grazie alla sua guida pulita ad arrivare al traguardo con la maglia tricolore ben riconoscibile e davanti a tutti. Con una tattica di squadra impeccabile in casa Eurobike, che ha ricordato grossomodo quella con cui il biscegliese ha conquistato il titolo italiano a Roma Capannelle, Vittorio Carrer (poi 2°) ha sfiancato nel primo giro l’ardua resistenza della maglia rosa Gioele Solenne (Team Bramati, 3°), che ha dovuto vedersela con due avversari per certi versi inediti, non ancora emersi nella velocissima prima parte del Giro.

“Finalmente sto quasi entrando nella forma migliore – ha dichiarato Loconsolo – sono felice di questa prestazione e dell’eccellente lavoro di squadra in casa Eurobike. Oggi prima gara sul fango, ma un po’ strano, c’è un sole che spacca le pietre e contemporaneamente un terreno che sembra narrare di una pioggia incessante. Percorso bello, tecnico, mi sono divertito alla grande”. Palpabile l’emozione anche del suo compagno in neroverde Vittorio Carrer, che così gli ha fatto eco: “Ciascuno ha il suo stile, io ho preferito avere più tratti a piedi, dove riuscivo a progredire meglio, mentre Ettore riusciva a spingere la bici nei tratti morbidi. Benissimo così, siamo sulla squadra giusta”.

L’incredibile doppietta Eurobike proietta il team di Corato al settimo posto della classifica del campionato italiano per società, a quota 150 punti.

E’ tornato a gioire sul podio anche Luigi Maurizio Carrer (team Eurobike) nella gara dedicata ai Master di seconda fascia. Dopo un rapidissimo avvio, il coratino pluricampione d’Italia è stato raggiunto dalla maglia rosa Massimo Folcarelli (Race Mountain Folcarelli), ma ha mantenuto saldamente la seconda posizione mettendo in campo tutta la sua perizia di guida nel fango e sul terreno viscido, facendo da “apripista” per tutti i suoi ragazzi che lo hanno atteso a ogni giro a bordo transenne ansiosi di rubare con gli occhi il più possibile i segreti del mestiere.

Nella gara promozionale giovanissimi, secondo posto per Daniele De Feudis (Ludobike), alle spalle di Stefano Viezzi (Ceresetto) e davanti al lucano Fabrizio Laino (Cicloteam Valnoce) dopo una gara entusiasmante ed estremamente difficile sotto il profilo fisico. Sono queste le giovani promesse che lotteranno a Milano (Campionati Italiani di gennaio 2019) per contendersi la maglia tricolore che fu dell’anno scorso di Antony Montrone (Andria Bike).

aqpfacile.it
progettoimmobiliaresrl.com
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here