Ore 15 e 30 di giovedì 7 febbraio 2019: questa è la situazione all’ingresso dell’Ufficio anagrafe del Comune di Bari, in largo Fraccacreta (foto di Filippo Melchiorre pubblicate su facebook): code lunghissime, decine e decine di persone in fila, se ne contano almeno un centinaio solo all’esterno ma l’ufficio è stracolmo anche all’interno. Secondo le informazioni raccolte, tutti o quasi sarebbero in fila per chiedere il cambio di residenza. Effetto reddito di cittadinanza?

Le attese ovviamente sono infinite, caos e tante proteste per il poco personale a fronte del numero di utenti.

Una situazione mai verificatasi prima: in fila per modifiche la residenza e per la carta d’identità elettronica (sono cambiate le modalità di richiesta e dal primo febbraio non c’è bisogno di prenotare). Come già verificato da Borderline24 le richieste per i cambi di residenza sono aumentate e il Comune ha intensificato i controlli per individuare i furbetti. Ma code come quelle denunciate e fotografate dal candidato sindaco alle primarie per Fratelli di Italia Filippo Melchiorre, non si erano mai registrate.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here