Arriva anche a Bari “M- Team”, la campagna del comitato nazionale liberi dalla meningite per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione e sui vaccini. L’appuntamento è a Bari, sabato 18 maggio in piazza del Ferrarese, dalle 9,30 alle 18.30. Sarà una giornata dedicata allo sport e alla prevenzione con la campionessa Tania Cagnotto e la dottoressa Elena Bozzola della Società Italiana di Pediatria.
Saranno distribuiti materiali informativi sulla prevenzione contro la meningite, con consigli sulla salute dei bambini e tanti gadget.

La campagna 

Al centro del percorso informativo c’è  la corretta informazione sulla meningite e sulle possibilità di prevenire la malattia. Testimonial a livello nazionale oltre alla Bozzola anche  Amelia Vitiello che 11 anni fa perse la figlia a causa della meningite ed oggi è presidente del Comitato nazionale Liberi dalla Meningite.

La meningite

Ogni anno oltre mille persone contraggono la meningite. Di queste, circa 1 persona ogni 2 viene colpita da meningite meningococcica, causata dal batterio Neisseria meningitidis conosciuto più comunemente come meningococco. I più diffusi sono i sierogruppi B e C, per i quali nel nostro paese è prevista appunto la vaccinazione (insieme anche ai ceppi A, W e Y per gli adolescenti). La meningite meningococcica provoca il decesso nel 10% dei pazienti colpiti. Nel 10-20% dei casi i sopravvissuti possono essere sottoposti ad amputazione o subire danni cerebrali, perdita dell’udito o disturbi di apprendimento.

La malattia si presenta spesso con segni aspecifici, come la febbre alta. Possono comparire anche cefalea, rigidità della nuca e vomito oltre a macchie sulla pelle. Il decorso può essere estremamente rapido, tanto da condurre a morte anche in poche ore. Fondamentale è riconoscere subito la malattia per poter intervenire con i giusti trattamenti.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here