Un cortometraggio sul Natale, un calendario, un testo teatrale e uno narrativo, tutti realizzati da studenti pugliesi e ispirati alle opere di Vito Maurogiovanni, scrittore e commediografo barese scomparso 10 anni fa, esperto di cultura popolare, sono i vincitori della quarta edizione del Premio Maurogiovanni, sostenuto dalla Presidenza del Consiglio regionale della Puglia e dal Comune di Bari.

Alle quattro scuole vincitrici, tra le 32 di ogni ordine e grado di tutta la regione che hanno partecipato al premio, si aggiungono sette menzioni speciali date a progetti di teatro, libri tridimensionali, un cd musicale e un fumetto. La finalità del concorso è quella di stimolare gli studenti alla conoscenza delle tradizioni, della storia della propria terra e del dialetto, per leggere il presente e costituire una rete di scambio culturale valorizzando l’identità culturale della propria “memoria”.

L’iniziativa è coordinata dal Circolo delle Comunicazioni Sociali Vito Maurogiovanni e dall’Ucsi, con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale. «I giovani, quelli più grandi, vivono senza prospettive di un lavoro adeguato e certo, quelli più giovani vivono in un vuoto, non hanno riferimenti culturali, di cittadinanza attiva e per questo è importante questo premio Maurogiovanni» ha detto il presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, spiegando che «dobbiamo coprire con iniziative di questo genere quel vuoto che coinvolge i giovani, e la scuola può dare un contributo decisivo per combattere anche i fenomeni del bullismo e di mancanza di rispetto della persona». Per il sindaco di Bari, Antonio Decaro, «è un premio importante perché è come premiate la storia della nostra città» e ha annunciato che in occasione del decennale della scomparsa, «il Comune dedicherà »il palco del Teatro Piccinni a Vito Maurogiovanni, a dimostrazione dell’affetto della città ad un uomo straordinario che ha legato il suo nome alla storia della nostra comunità«

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here