A circa un mese dalle elezioni amministrative di Bari il sindaco Antonio Decaro ha presentato la nuova squadra di governo che lo affiancherà sino al 2024. Nel cantiere della biblioteca dell’ex Rossani sono stati annunciati tre nuovi assessori: Ines Pierucci, alle politiche culturali e turistiche. Vito Lacoppola, con delega alla città dei diritti e alla partecipazione. Eugenio Di Sciascio, rettore uscente del Politecnico di Bari, nominato vicesindaco e assessore alla trasformazione digitale.

Conferme invece per Pietro Petruzzelli, assessore allo sport e Ambiente. Francesca Bottalico all’inclusione sociale, Carla Palone assessore allo sviluppo economico e mare, Giuseppe Galasso alle infrastrutture, Alessandro D’Adamo alle risorse finanziarie, Paola Romano alle politiche educative. Il sindaco Decaro ha tenuto per se, almeno nella prima parte del governo, la delega all’urbanistica. Escono dalla giunta Pierluigi Introna, Carla Tedesco e Angelo Tomasicchio.

“Nel primo mandato ho voluto creare una nuova classe dirigente, oggi in parte la confermo perché lo chiedono i cittadini. Credo ci sia un buon equilibrio tra giovani ed esperienza”, spiega nel video Decaro. “Sono abituato a lavorare, Bari ha grandi potenzialità”, aggiunge Di Sciascio. “Ringrazio chi ha creduto in me perché crede nella forza delle donne che ce l’hanno fatta”, continua Pierucci. “Dopo il weekend si inizia a lavorare intensamente per tutta la comunità”, conclude Lacoppola.

Di seguito i componenti della giunta comunale:

 Eugenio Di Sciascio

vicesindaco – assessore alla trasformazione digitale e alle reti e servizi civici

(Innovazione tecnologica, sistemi informativi e tlc, Servizi demografici, elettorali e statistici, Affari generali e istituzionali, Area di sviluppo industriale, Zone economiche speciali, Politiche attive del lavoro)

Pietro Petruzzelli

assessore alla qualità della vita

(Ambiente, Sanità, Igiene, Sport)

Francesca Bottalico

assessora alla città solidale e inclusiva

(Servizi alla persona, Inclusione sociale e contrasto alla povertà, Accoglienza e integrazione)

 Carla Palone

assessora alla città produttiva e al mare

(Sviluppo economico, MAAB, MOI, Fiera del Levante, Demanio marittimo)

 Giuseppe Galasso

assessore alle infrastrutture, opere pubbliche, mobilità sostenibile e accessibilità

(Infrastrutture, Viabilità, Urbanizzazioni, Verde pubblico)

 Alessandro D’Adamo

assessore alle risorse finanziarie

(Tributi, Bilancio e Ragioneria generale)

Ines Pierucci

assessora alle politiche culturali e turistiche

(Culture, Marketing territoriale e Turismo)

 Paola Romano

assessora alla politiche educative, giovanili e alla città universitaria e fondi europei

(Politiche giovanili, Pubblica istruzione, università e ricerca)

 Vito Lacoppola

assessore alla città dei diritti, della partecipazione, della trasparenza e della legalità

(Decentramento, Rapporti con il consiglio comunale, Gestione beni confiscati, Patrimonio, Emergenza abitativa, Edilizia residenziale pubblica, Stazione unica appaltante).

 Rimangono in capo al sindaco Antonio Decaro le seguenti deleghe:

Polizia locale, Protezione civile, Società partecipate, Avvocatura, Urbanistica, edilizia privata e gestione del territorio.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

5 COMMENTI

  1. Non è cambiato praticamente nulla negli assessorati che contano, del resto squadra che vince non si cambia. Decaro aumenta le sue deleghe “pesanti” ma per dare una vernice di novità ha nominato un tecnico come suo vice. Speriamo per il Rettore che non venga usato solo per tagliare i nastri.

  2. Questa volta però Decaro e i suoi assessori non hanno indossato il casco giallo da cantiere, come avvenne in via Argiro alle scorse elezioni. Eppure stavolta, visti i lavori in corso al cantiere Rossani sarebbe stato anche più utile che allora, forse addirittura obbligatorio. C’era una bella squadra di tre valenti ingegneri, avrebbero dovuto saperlo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here