Lo raccontano le bacheche sui social network dei tifosi biancorossi. Un anno fa decine di striscioni erano stati affissi nelle principali strade della città: “Imprenditori salvate la Bari”. Con la successiva retrocessione tra i dilettanti e la fine della gestione Giancaspro.

Da allora il contesto calcistico si è ribaltato: Dal primo agosto 2018 il sindaco Decaro ha affidato la squadra alla Filmauro, della famiglia De Laurentiis. Aurelio De La, si presentò in Comune il giorno dopo per presentare l’nvestimento di circa 3 milioni di euro. L’8 agosto 2018 Decaro incontrò i supporter allo stadio Della Vittoria, un momento di confronto e riflessione per reagire allo shock. Da allora la città che vive di pallone ha cambiato marcia. L’arrivo di Mirco Antenucci dalla serie A è solo uno dei tasselli verso la stagione 2019/2020 di C.

Da ieri è iniziata la stagione 2019-2020 del Bari in serie C, con il ritiro nel Trentino-Alto Adige. La truppa biancorossa, con lo staff tecnico guidato da mister Cornacchini è partita da Bari in treno verso Bedollo, paesino a 1100 metri d’altitudine.

Il via alla preparazione atletica è stata salutata dal Decaro: “Faccio i migliori auguri alla squadra di calcio, non è completa ma ci sono acquisti di categoria superiore. Antenucci è un bomber vero e si aggiunge all’asse dorsale della squadra, ci saranno innesti nei prossimi giorni. Da tifoso spero che Bari possa tornare presto in Serie A, è la serie che spetta a una città capoluogo di regione, è la sesta tifoseria d’Italia”.

Poi un riferimento al passato. “La depressione dello scorso anno? Sapevo che con i De Laurentiis avremmo centrato l’obiettivo della vittoria del campionato di Serie D. Nonostante la costruzione in poche settimane la squadra è stata molto competitiva rimanendo in testa dall’inizio alla fine, anche al netto di una piccola flessione nel girone di ritorno. Ora siamo tra i professionisti: non sarà facile, ne passa solo una ma le premesse sono positive. Da tifoso andrò a fare l’abbonamento con un entusiasmo ancora più grande rispetto alla scorsa stagione”.

L’assessore Pietro Petruzzelli aggiunge: “Stiamo vivendo un’estate completamente diversa, la squadra è costruita per tentare di vincere il campionato. Ma comunque la città è più contenta e anche noi lo siamo. Per la gestione dello stadio siamo al rush finale”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

  1. Il vero record? La spesa di 1 milione di euro per rifare i seggiolini dei “distinti” con lo schienale obbligatorio, ovviamente accollata al Comune di Bari, senza dirlo troppo in giro.
    Da quale ramo del bilancio attingera’ il Comune?

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here