Una nuova biglietteria, due isole per la sosta dei bus delle Ferrovie Sud Est, passaggio pedonale sopraelevato e pensiline: largo Ciaia, a Bari, cambierà volto: il progetto rientra in un più ampio programma di interventi di riqualificazione di quattro fermate del servizio sostitutivo ferroviario di Fse che riguarda, oltre Bari, Triggiano, Noicattaro e Capurso. Il piano di interventi del valore di 950mila euro, è stato presentato questa mattina in conferenza stampa dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dal responsabile Autolinee Fse, Stefano Pietribiasi, e dall’assessore regionale di Trasporti, Giovanni Giannini.

Ferrovie Sud Est ha avviato lavori di riqualificazione dell’intera linea ferroviaria numero 1 tra Mungivacca e Triggiano, i cantieri sono stati aperti nel giugno 2019 e chiuderanno nel dicembre del 2020. Per questo motivo Fse ha attivato il servizio sostitutivo ferroviario mediante un’offerta automobilistica più ampia che raggiunge sino a 1.500 passeggeri trasportati contemporaneamente nei due sensi di marcia, da Bari a Putignano e viceversa, attraversando i Comuni di Triggiano, Capurso, Rutigliano, Conversano, Castellana e Putignano. Per questo motivo, Fse ha proposto alla Regione Puglia un restyling di alcune fermate nevralgiche, tra queste largo Ciaia a Bari, capolinea dei bus Fse. Gli interventi serviranno a incrementare la sicurezza e rendere le fermate e i capolinea più confortevoli e moderni.

A Triggiano verrà riqualificata l’area antistante l’attuale fermata dei bus con la costruzione di un nuovo marciapiede più largo e lungo e una pensilina lungo il vialetto che collega l’area di fermata con le scuole. A Noicattaro è prevista la riqualificazione dell’area antistante la ferrovia con pavimentazione e creazione di corsie di scorrimento dei mezzi, costruzione di marciapiede e pensiline. A Capurso verrà ammodernato il capolinea. A Bari, largo Ciaia cambierà del tutto volto, ci saranno fermate dei bus su entrambi i lati della piazzetta, verrà edificato un passaggio pedonale centrale sopraelevato e installate le pensiline. Anche la biglietteria attuale verrà ammodernata. Il piano di interventi verrà realizzato entro quattro mesi dalla sottoscrizione del protocollo d’intesa.

“Ringraziamo oggi la Regione Puglia per il lavoro di dialogo e collaborazione che sta portando avanti con le Ferrovie del sud est generando valore per la città di Bari e per i cittadini dell’area metropolitana che arrivano in città ogni giorno – commenta l’assessore Giuseppe Galasso, che oggi ha partecipato all’incontro -. Ricordiamo sempre che gli utenti del sistema di trasporto interurbano non sono solo gli studenti ma sono anche decide di lavoratori che per scelta o per necessità scelgono i mezzi pubblici al posto dell’auto privata e per questo meritano di avere infrastrutture sicure, adeguate e luoghi di partenza e di arrivo accoglienti e confortevoli. Questo è un intervento atteso dalla città, che si inserisce in un contesto di grandi cambiamenti che stanno interessando quella zona, dalla realizzazione del parco nella ex caserma Rossani con apertura prevista entro la prossima estate, a quella  del polo bibliotecario con la teca del mediterraneo, che completeremo entro dicembre 2020 grazie ad un finanziamento regionale di 10 mln di euro, ai lavori che stanno interessando la stazione centrale. La previsione è quella di accogliere al meglio le migliaia di persone che anche grazie a queste opere arriveranno a bari da tutta la regione”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here