In 10 anni, dal 2009 al 2018, Bari ha perso il 14,7 dei suoi giovani tra i 15 e i 34 anni, passati 78.445 a 66.878. Uno spopolamento progressivo e preoccupante perché ad andare via e ad abbandonare la città sono le “forze” più fresche.

Dalla Puglia, invece, negli ultimi dieci anni i giovani residenti (sempre tra i 15 e i 34 anni) sono diminuiti notevolmente, passando da 1 milione e 65mila a poco più di 900mila, con una differenza di oltre 150mila persone (-14 per cento), la maggior parte delle quali (135mila circa) si è spostata in altre Regioni, ma una buona parte anche all’estero (14.800, il 6 per cento del conto nazionale).

Prendendo in considerazione la provincia di Bari, al primo gennaio 2018 su una popolazione di 1.251.994 persone, i residenti under 35 (dai 15 ai 34 anni) sono 282.152, il 13,8 per cento in meno (-45.338, quasi quanto l’intera Monopoli, o Corato) rispetto a dieci anni fa (327.490). Il Comune che ha perso più ragazzi è Alberobello (-22 per cento, da 2.785 a 2.171 con una perdita di 614 giovani), male anche Modugno (-20 per cento), non possono sorridere Molfetta -16,2%, Monopoli -17,5%, Giovinazzo -18,8%,  Mola con -21%.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

1 COMMENTO

  1. È un tragico effetto della legge Fornero, si vedono nonni a lavorare (soprattutto negli enti pubblici) e i loro nipoti al giardinetto, mentre dovrebbe essere esattamente il contrario.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here