E’ arrivata la tanto attesa approvazione per la variante alla Statale 16 nel tratto a sud del capoluogo pugliese. La bretella Bari-Mola ha avuto l’ok dopo il confronto a Roma tra Enti locali, Anas e Regione Puglia in modo da cercare una soluzione definitiva per decongestionare il traffico soprattutto durante il periodo estivo quando sulla tangenziale si verificano ingorghi e incidenti.

Il progetto non prevede l’allargamento dell’attuale carreggiata per motivi tecnici e legali, i fondi sono già stati stanziati con ben 250 milioni dal Cipe. Sarà quindi un percorso alternativo che inizierà dallo svincolo di Mungivacca, lungo le campagne di Triggiano e Noicattaro fino a Mola (circa 17 chilometri). Il prossimo step riguarderà i pareri e le richieste di autorizzazione a livello ambientale e paesaggistico, in quanto il tracciato taglierà in due numerose zone coltivate. Il cantiere dovrà partire necessariamente entro dicembre 2021. Pena la perdita del finanziamento pubblico.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here