Cabtutela.it

Un piccolo alberello è diventato il simbolo di legalità e civiltà. Accade a Carbonara (Bari) nella rotatoria nei pressi della scuola Calamandrei, dove negli scorsi giorni è stato rimosso per la seconda volta un albicocco piantumato lo scorso 2 dicembre, durante la Festa dell’Albero. Questa mattina studenti inseme ad altri volontari e residenti hanno ribadito la volontà di piantumare ancora nello stesso luogo pubblico. Al loro fianco le associazioni del territorio, ProLoco del Municipio 4, rete civica Progetto OIKIA, i Carabinieri della stazione di Carbonara e la polizia municipale, oltre ad alcuni consiglieri del municipio 4 e del Comune di Bari, con la presenza dell’assessore Pietro Petruzzelli.

“Non ci stancheremo di piantare nuovi alberi perché ogni piantumazione è un seme di civiltà – commenta la presidente del Municipio IV Grazia Albergo -. Come ogni seme porta alla nascita di un frutto, così questo nuovo gesto, che intendiamo dedicare ai più piccoli, porta con sé la condivisione e la cura della bellezza del nostro territorio, che passa da piccoli ma significativi segni della nostra presenza. È proprio vero che “Chi pianta un albero, pianta una speranza” ed è per questo che, a chi crede di poter distruggere tutto, noi #porgiamolaltrapianta. Spero che domani siano in tanti a rispondere al nostro appello”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui