Cabtutela.it

 La Giunta Comunale, su proposta dell’assessora allo Sviluppo Economico Carla Palone ha approvato una delibera per autorizzare gli uffici comunali a rilasciare la  proroga fino al 31 dicembre 2033, come previsto dalle nuove norme nazionali, delle concessioni demaniali marittime con finalità turistico ricreative aventi ad oggetto i beni del predetto demanio marittimo.

Questo provvedimento si è reso utile perché il Comune di Bari, in quanto soggetto gestore del demanio marittimo è competente al rilascio delle concessioni demaniali marittime ricadenti sulla costa barese, alla loro proroga e alla verifica di sussistenza dei requisiti utili per procedere al rinnovo. Ad oggi lungo la costa barese sono presenti ben 173 concessioni di cui n. 90 hanno finalità turistico ricreativa.

Tra queste vi sono delle strutture già esistenti che possono costituire oggetto di nuova concessione e proroga e gli atti propedeutici al Piano Comunale delle Coste, prevedono la possibilità di rilascio di nuove concessioni per vari tratti di demanio marittimo ancora disponibile, dunque vi è di fatto la possibilità anche per altre imprese di investire nel settore turistico balneare richiedendo nuove concessioni demaniali marittime, sia con investimenti di particolare rilevanza economico finanziaria per concessione di lunga durata sia per investimenti più contenuti sotto il profilo economico finanziario ma per concessione di minore durata.

Gli uffici del Comune, inoltre avranno la titolarità  per rideterminare il canone in relazione alla nuova scadenza della concessione ai fini dell’applicazione dell’imposta di registro e quando necessario necessario procedere ad una verifica periodica dei requisiti soggettivi dei concessionari.

“In questo momento, dove non abbiano nessuna certezza di quello che sarà il corso della stagione estiva che si prospetta – spiega l’assessora Carla Palone – ci è sembrato giusto e necessario garantire continuità alle imprese operanti nel settore turistico ricreativo, sostenendone la stabilità imprenditoriale e la possibilità di effettuare investimenti a lungo termine, proponendoci già come ente disponibile ai rinnovi delle concessioni in essere. Bari ha da pochi anni cominciato ad investire e valorizzare seriamente la sua costa e non vogliamo che questa brutta circostanza che l’intero paese sta vivendo blocchi questo processo di sviluppo. Conosciamo bene, inoltre l’entità degli investimenti necessari per avviare queste attività, perché sottoposte ad una serie di agenti esterni che richiedono continua manutenzione. Per questo tutti gli imprenditori che vorranno avviare le procedure per la proroga delle concessioni già in essere o avviarne di nuove troveranno massima disponibilità da parte degli uffici e della Ripartizione del Comune di Bari. Ci sono ancora tante strutture che possono essere valorizzate e con una prospettiva di impresa stabile per un periodo superiore a dieci anni, l’investimento può davvero rivelarsi proficuo. So che in questo momento è difficile fare progetti a lungo termine, soprattutto per i nostri imprenditori, ma la forza di questo tempo è anche la capacità di programmare il futuro e la nostra ripartenza”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui