Cabtutela.it

Un uomo di 40 anni di Surbo, positivo al Covuid-19 è morto la scorsa notte nel reparto di terapia intensiva del nuovo Dea di Lecce. L’uomo era stato uno dei primi contagiati dal virus ma il fatto di essere un soggetto asmatico, con ripetute crisi respiratorie, aveva portato tardivamente alla scoperta del contagio. La salma è stata trasferita nella camera mortuaria del Vito Fazzi. Nel reparto di terapia intensiva del nuovo Dea sono 8 al momento i pazienti affetti da Covid 19 ricoverati.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui