Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Grandi alleati del cuore e delle ossa e fonte di minerali, in particolare fosforo, potassio, selenio e magnesio. Parliamo dei funghi, organismi ben distinti dai vegetali, ma considerati tali sia per l’uso che se ne fa nell’alimentazione comune, sia per i loro valori nutrizionali, molto simili a quelli degli ortaggi. Si possono trovare ovunque, poiché crescono dove sono presenti prati, boschi, ma anche in zone più aride, terreni rocciosi e, addirittura, nei terreni bruciati dagli incendi.

Molte le specie esistenti, ognuna con il proprio nome, specifiche proprietà e gusto. Quelli più conosciuti nell’ambito dell’alimentazione sono indubbiamente il cardoncello, lo champignon, il porcino, ma anche il chiodino e molte altre qualità. Le proprietà dei funghi sono differenti a seconda della tipologia, ma ci sono caratteristiche benefiche che possono essere considerate universali per questo alimento. I funghi, infatti, sostengono il sistema immunitario e risultano essere dei veri a propri antibatterici naturali. Inoltre vantano un’azione positiva sul sistema nervoso oltre che sul metabolismo.

Grazie al ricchissimo contenuto di vitamine del gruppo B, essi sono ottimi alleati degli sportivi e di chi ha l’obiettivo di raggiungere il peso forma. Ma non solo: i funghi, oltre a contrastare l’accumulo di colesterolo cattivo nei vasi sanguigni, contrastano anche l’anemia e i moltissimi dei sintomi legati ad essa, come ad esempio la debolezza e i problemi digestivi. Insomma, inserirli nel proprio piano alimentare giova sicuramente al corpo e alla mente. Va specificato che i funghi conservano le proprie caratteristiche nutrizionali anche quando sono essiccati, dunque se ne può fare scorta senza preoccuparsi di doverli assumere necessariamente freschi. Ecco qui due ricette semplici per portarli in tavola:

Mezzelune ai funghi

Per realizzare questa ricetta è opportuno utilizzare i funghi champignon. Dopo averli puliti, procedere nel tagliargli a fettine e metterli a mollo in acqua fredda nella quale occorre aver spremuto, in precedenza, del succo di limone. Successivamente scolarli accuratamente e cuocerli in una padella con un filo di olio e un pizzico di sale per almeno una decina di minuti. A parte, srotolare una pasta sfoglia e ricavare 8 dischetti di 10 centimetri l’uno (basterà prendere lo stampo dal bordo di una tazza).

Disporre i dischetti su una teglia da forno e all’interno di ogni dischetto inserire una fetta di prosciutto, una cucchiaiata di funghi e della fontina (o mozzarella a seconda dei gusti). Aggiungere un pizzico di pepe e sale, quindi richiudere ogni mezza fetta a involtino. Adagiare ogni involtino al centro di un dischetto. Ripiegare la pasta sfoglia sul ripieno in modo da ottenere delle mezzelune sigillando con molta attenzione i bordi. Spennellare il tutto con del tuorlo d’uovo e infornare, infine, a 180° per una ventina di minuti.

Crema di funghi

Per questa ricetta consigliamo l’utilizzo dei funghi porcini. Iniziare con la preparazione del brodo vegetale, che dovrà essere tenuto da parte. Una volta puliti e sciacquati i funghi, tagliarli a fette sottili e metterli da parte. A parte, mettere a cuocere all’interno di una pentola capiente – nella quale occorre aver riscaldato precedentemente dell’olio – del porro e delle patate tagliate a cubetti. Una volta rosolati, aggiungere i funghi e mescolare continuamente il tutto aggiungendo sale e spezie di proprio gradimento (si consiglia del pepe nero).

Aggiungere il brodo vegetale e far cuocere il tutto per 15 minuti circa a fiamma moderata. Non appena ultimata la cottura, frullare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e denso. La crema si può servire sia con dei crostini di pane, sia come crema per la pasta. In questo caso, un perfetto abbinamento è con gli spaghetti da condire, infine, con del pepe nero e un filo di olio extra vergine d’oliva crudo.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui