Cabtutela.it
acipocket.it

Nel marzo del 2019 il Prof. Mike Barnes è riuscito a coronare, dopo anni di studi, esperimenti per dimostrare l’efficacia curativa della cannabis, il sogno di aprire una prima clinica nell’UK dove determinate patologie potevano essere trattate con il CBD contenuto nella marijuana, purché fossero rispettate alcune condizioni procedurali imposte dalla legge. Tra i pazienti che possono essere presi in carico da questa particolare clinica spiccano quelli che soffrono di “stress, ansia e depressione”.

Innanzitutto, questo denota una particolare attenzione del sistema sanitario inglese per questi stati mentali che sempre più spesso affliggono le persone nella nostra società, ma dall’altra si conferma anche che il CBD è un rimedio più che adeguato da usare per combattere ansia e stress. Una buona notizia, dato che ormai esistono molte piattaforme di e-commerce dove comprare ottimi oli al CBD.

Questi studi infatti sono condotti su un campione di individui e con sistema a doppio cieco e dimostrano la potenza curativa del cannabidiolo contro le situazioni stressanti e ansiogene, riuscendo in poco tempo a ridurre nervosismo o attacchi di panico e a restituire la quiete.

Questo descritto è solo uno dei casi in cui la scienza ha suggerito, sulla base di dati concreti, che fare uso di prodotti a base di CBD non soltanto non è dannoso, ma anzi può aiutare l’individuo nella lotta contro svariate patologie e nella vita di tutti i giorni. Abbiamo visto infatti, come non siano da trascurare l’effetto che sulla salute mentale possono avere situazioni stressanti, che possano riguardare il lavoro, la situazione finanziaria o affettiva e che sono in grado di compromettere la tranquillità e la serenità delle persone fino a provocare depressione o insonnia.

– Che cosa è il cannabidiolo e come agisce

Il CBD, il cui nome per esteso è cannabidiolo, è uno dei cannabinoli che si trova nelle infiorescenze della cannabis, come il THCv o tetraidrocannabinolo. Al contrario di quest’ultimo, però non ha effetti psicotropi che possono anzi generare attacchi di panico e altre alterazioni della mentre. Infatti, il CBD è un elemento che in un certo senso tende a bilanciare l’azione psicoattiva del tetraidrocannabinolo, rilassando il corpo e la mente dell’individuo.

Il motivo per cui il cannabidiolo che si trova nella cannabis riesce a calmare gli stati d’ansia e ridurre lo stress, contribuendo ad alleviare insonnia e anche i sintomi della depressione, non è totalmente chiaro, in quanto l’azione di questa sostanza va a toccare una moltitudine di elementi del nostro organismo. Secondo molti il segreto sarebbe che si lega ai recettori della serotonina e GABA, entrambi deputati a alleviare gli effetti dello stress per raggiungere uno stato di relax. Non è però da trascurare il fatto che introdurre un cannabinoide nel nostro organismo significa sollecitare il sistema endocannabinoide che ripristina l’omeostasi dopo una situazione che ha alterato l’equilibro del nostro corpo, compresa la mente, tanto che viene utilizzata anche per limitare gli attacchi epilettici.

Qualunque sia la ragione è sempre più evidente che il CBD potrebbe essere fondamentale per aiutare nelle situazioni che sono state descritte e, in realtà, anche per altre più gravi patologie psichiche, seppur associato ad altri rimedi.

– È possibile acquistare CBD?

Questa sostanza è contenuta nelle infiorescenze della cannabis light, cioè quella con ridotte concentrazioni di CBD a fronte invece di un alto contenuto di CBD, che rende quindi il primo cannabinoide, che già si trova solo in piccole quantità, sostanzialmente inattivo.

Molti negozi e shop online si sono quindi attrezzati con le dovute certificazioni per la vendita dei fiori e questo mercato si è subito affermato grazie a una buona risposta di pubblico. Ancora maggiore, tuttavia, è stata la domanda di un altro prodotto, derivato dalla medesima cannabis light, che contiene cannabidiolo: l’olio ad alto contenuto di CBD. Il segreto di questo enorme successo è dovuto al fatto che con l’estratto oleoso di CBD si cumulano da una parte i benefici calmanti della sostanza e dall’altra una grande facilità di utilizzo. Quest’ultimo è infatti molto semplice grazie al formato in boccetta con sistema di misurazione e di dosaggio, per cui è possibile razionarne le quantità a proprio piacimento.

In aggiunta, sia il metodo di assunzione che la sostanza in sé non hanno rilevanti effetti collaterali. Il primo infatti non richiede sostanze o strumenti aggiuntivi, quindi si mantiene un uso dell’olio molto salubre e controllato. Per quanto invece concerne l’altro aspetto, la scienza ha rilevato che non sussistono pericoli legati all’assunzione del CBD, se non in rarissimi casi, prevalentemente a causa dell’interazione con i principi attivi di altri farmaci o per abuso di CBD Oil. I sintomi sono comunque lievi e si sostanzierebbero in: nausea, vertigini, sonnolenza, bocca secca o pressione bassa.

Beneficiare delle proprietà rilassanti del cannabidiolo è diventato molto semplice perché sempre più numerosi sono i growshop e gli shop online che sono specializzati nella vendita di olio ad alto contenuto di CBD come per esempio Justbob.it. Per questo la diffusione di questo prodotto ha raggiunto livelli impressionanti. Gli sportivi li usano come miorilassanti per il recupero muscolare durante le fasi di riposo, alcuni per riuscire a gestire al meglio le situazioni stressanti della vita di tutti giorni, fino ad arrivare a chi ricorre a questo rimedio per i disturbi da stress post-traumatico. Semplice da utilizzare, soluzione a molti problemi e ostacoli della vita: un prodotto che tutti vorrebbero al proprio fianco come aiuto.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui