Cabtutela.it

Di ritrovare quel mazzo di chiavi perso in città, a giugno di due anni fa, potrebbe esserci ancora una speranza. Sul sito del Comune di Bari, infatti, è consultabile l’elenco di oltre 500 oggetti rinvenuti e consegnati all’ufficio preposto da parte della Polizia Municipale e di Stato o dei Carabinieri, grazie alla collaborazione degli onesti cittadini.

Tutti i baresi distratti che hanno smarrito un telefonino, un documento o un oggetto di altro tipo, possono rivolgersi all’Ufficio Oggetti Rinvenuti di Corso Vittorio Emanuele 113 – all’interno del Palazzo dell’Economia – o consultare l’elenco disponibile online. Basta armarsi di pazienza e scorrere le più di 30 pagine del documento, testimone dei tantissimi episodi di leggerezza o distrazione, che spesso sono causa di grattacapi per i cittadini baresi.

Tantissimi, infatti, i casi di smarrimento di documenti di identità, protagonisti assoluti dell’elenco insieme a portafogli – pieni o vuoti – mazzi di chiavi e telefoni cellulari. Ma ancora trolley contenenti vestiti, borse, marsupi, macchine fotografiche con relative custodie e addirittura un paio di forbici in acciaio, in attesa del legittimo proprietario dal 2019.

A stupire positivamente, l’onestà di cittadini che, in diverse occasioni, hanno consegnato alle autorità portafogli pieni di banconote: 66 euro in un caso, 250 in un altro e, addirittura, banconote per un totale di 2mila euro rinvenute a fine febbraio del 2020. Occhiali da sole, orologi e qualche prezioso sono citati in elenco, laddove possibile, con la specifica circa il genere femminile o maschile e la marca. Tantissimi, poi, i telefoni cellulari e le chiavi di automobili e motociclette, come quelle di una Harley Davidson distrattamente abbandonate dal proprietario il 22 giugno di tre anni fa.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui