Cabtutela.it

«Io cercherò nuovamente, come ho fatto l’altra volta, di coinvolgere il Movimento Cinque Stelle, nel governo della Puglia e mi auguro, ovviamente, che il Movimento 5 Stelle, voglia aprire una discussione politica non sulle persone ma sui programmi». E’ quanto affermato dal governatore pugliese Michele Emiliano, candidato alla presidenza della Regione che questa mattina a Foggia ha inaugurato la biblioteca «La Magna Capitana».

«Non so se riuscito a fare campagna elettorale – ha detto Emiliano – perché sono il presidente in carica. Io sarò costretto a fare il presidente della regione, spero per altri 5 anni, sarà difficile per me scendere nella bagarre delle dichiarazioni politiche». Poi un altro passaggio sull’accordo con il Movimento 5 Stelle. «Il matrimonio con i Cinque Stelle già esiste – ha detto Emiliano. Noi sosteniamo il Governo Conte. Conte è un pugliese che noi stimiamo. Abbiamo sempre sostenuto Conte e il Movimento Cinque Stelle assieme al Pd. Io credo sia stato il primo esponente del Pd a sostenere una collaborazione».

«Parlano di cose che nulla hanno a che vedere con le cose pratiche e concrete. Sembrano due mondi separati». Lo ha detto il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano candidato alla carica di presidente alle prossime elezioni regionali, rispondendo a Foggia alle domande di alcuni cronisti se chi tra i suoi competitor teme di più: Raffaele Fitto, candidato per il centrodestra o Ivan Scalfarotto candidato di Italia Viva. «Quello che mi preoccupa di più – aggiunge – è la gente in difficoltà e la scarsa attenzione che in politica fanno rispetto alla vita quotidiana delle persone, degli ospedali, di aziende». «Meglio un assessore alla sanità che capisce qualcosa che uno che prende solo un sacco di voti» . Ô’ quanto sostenuto dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, nonché candidato alla presidenza regionale, questa mattina a Foggia per l’inaugurazione della biblioteca «La Magna Capitana».

Lo ha affermato rispondendo ai giornalisti in merito ad un possibile incarico all’epidemiologo professor Pierluigi Lopalco ad assessore regionale alla sanità. Secondo Emiliano ad oggi preoccupa la seconda ondata epidemica. «Noi stiamo cercando di rinforzare il dispositivo. Questa estate – aggiunge – verrà dedicata a predisporre tutto quello che serve per fronteggiare la seconda ondata del Covid. E’ chiaro che il professor Lopalco in una maniera o nell’altra lavorerà per la Puglia. Ma non ho avuto il tempo di parlare con lui». Alla domanda di un cronista, se Lopalco si candidasse come riuscirebbe a seguire l’emergenza epidemiologica e a fronteggiare una nuova ondata di epidemia, Emiliano ha replicato: «potrebbe farlo ancora meglio. Chi si candida deve preoccuparsi della Puglia. Uno se si candida si occupa delle stesse cose di cui ha competenze». Ansa


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui