Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Entro la fine del mese di marzo saranno avviati i lavori per la riqualificazione dell’area parcheggio  esistente in via Pietro Sette, nel quartiere San Pasquale. A renderlo noto è l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso. Rimarrà sostanzialmente immutata la capacità di parcheggio, pari a circa 200 posti auto, inclusi quelli riservati alle persone con disabilità e gli stalli per le motociclette e bici, mentre saranno realizzati due punti distinti di ingresso e uscita.

L’area, ubicata tra via Tridente e via Pietro Sette, è inserita tra quelle soggette ad interventi di urbanizzazione primaria a carico di privati nell’ambito dell’accordo di programma denominato Ined: verrà completamente trasformata ma conserverà la totale permeabilità grazie all’utilizzo di una pavimentazione in massetti autobloccanti e alla scelta di riservare  porzioni significative della superficie alla piantumazione di nuove alberature e di siepi, di cui oggi è completamente priva. Il progetto, che è stato adeguato rispetto alle previsioni originarie recependo specifiche richieste dell’amministrazione tese a massimizzare le superfici a verde, sarà caratterizzato da corsie di transito monodirezionali, preferite rispetto a quelle bidirezionali del progetto originario, con la conseguente riduzione della larghezza di ciascuna da 6 a 4,5 metri, che tracciano un itinerario preferenziale in grado di riempire il parcheggio in maniera graduale e più ordinata. In questo modo gli automobilisti potranno seguire un unico itinerario senza creare ingorghi dovuti alla circolazione su un doppio senso di marcia, soprattutto quando l’area è quasi piena.

Gli stalli posizionati a 45°, inoltre, renderanno le operazioni di manovra più rapide e semplici in entrata e uscita e consentiranno di ricavare più aree verdi, grazie ad una larghezza pari a 4,5 metri anziché i 5 previsti per i singoli posti auto ortogonali. La razionalizzazione dell’area parcheggio sarà valorizzata dalla presenza diffusa di ampie zone verdi, su cui verranno piantumati oltre 80 alberi posizionati in modo tale da creare delle zone d’ombra a copertura degli spazi di sosta delle  automobili. Lungo l’intero perimetro, invece, saranno piantate delle siepi e delle essenze che creeranno una sorta di barriera verde a schermatura dei muri circostanti.

Il progetto prevede anche un nuovo impianto di illuminazione a led, i cui corpi illuminanti illumineranno interamente l’area senza che si creino interferenze con le chiome degli alberi, ipotizzandone l’ampiezza max nel loro pieno sviluppo vegetativo, come previsto dalle recenti norme CAM (Criteri ambientali minimi) sulla progettazione . L’illuminazione sarà di colore bianco, in linea con gli standard in uso in città,  consentirà di conseguire notevoli riduzioni di costi secondo i migliori principi di efficientamento, e di ottenere una luce  uniforme sull’intera area. Nell’ambito del cantiere saranno anche effettuati i lavori per la predisposizione dell’impianto di videosorveglianza, non previsto dal progetto originario, le cui telecamere saranno installate in un secondo momento dall’amministrazione comunale, con altri appalti già in corso di pubblicazione.

I lavori prevedono inoltre anche la riqualificazione di via Pietro Sette con la realizzazione di nuovi marciapiedi, la riconfigurazione della strada con  una nuova sezione stradale, della nuova segnaletica orizzontale e verticale e di una pista ciclabile bidirezionale larga 2,5 metri, che si collegherà alle piste ciclabili già realizzate su via Amendola e lungo via Tridente. Peraltro un lungo tratto della pista, in corrispondenza dell’area parcheggio, sarà delimitata su entrambi i lati da alberi ad alto fusto che, crescendo, si uniranno a creare una sorta di “galleria verde” attraversata dai ciclisti. Lungo la nuova via Pietro Sette, infine, sono previsti circa 50 posti auto in linea rispetto ai due sensi di marcia.

“Questo è un intervento che l’amministrazione comunale ha voluto modificare dandogli una forte impronta green – ha dichiarato Giuseppe Galasso – Inoltre abbiamo la possibilità di riqualificare uno spazio frequentato da parcheggiatori abusivi, una situazione insopportabile più volte denunciata dai residenti. La nuova via Pietro Sette, invece, prevede una nuova impostazione con l’eliminazione di tutti quegli slarghi che alimentano la doppia fila delle auto e la sosta indisciplinata in genere: quindi ridurremo la superficie in asfalto per far posto ad alberi e siepi, oltre che a marciapiedi più larghi e a pista ciclabile. Inoltre, abbiamo già deliberato una nuova progettazione che vada ad integrarsi con il cantiere di riqualificazione della strada, per la realizzazione di un tronco di fognatura bianca che risolverà il problema dei ristagni d’acqua e convoglierà le acque nel collettore al di sotto di via Amendola. Per questo, contemporaneamente agli interventi per la creazione dell’area parcheggio, l’amministrazione comunale avvierà i lavoro del tronco fognario così da poter procedere con la riqualificazione della strada in un momento successivo. Ovviamente sarà riservata massima attenzione alle persone con disabilità, con l’esecuzione di scivoli per le persone in carrozzella e un percorso loges per i non vedenti, in linea con ciò che abbiamo realizzato in via Amendola” – ha concluso.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui