Cabtutela.it
acipocket.it

Caos per le strade dell’Umbertino per il ritorno della movida. Dal quartiere Umbertino in centro, al rione Carrassi fino a Poggiofranco. Nel primo venerdì in zona gialla a Bari è saltato di fatto il coprifuoco e le relative regole anti contagio Covid. In tanti hanno dato vita ad assembramenti ben oltre le 22 e quanto la polizia locale è intervenuta sono partiti fischi e ingiurie. A testimoniare quanto accaduto sono stati i residenti che hanno pubblicato foto e video sui socia network sul ritorno della “mala” movida: “Comportamenti indegni”. Analoghe segnalazioni sono giunte da altre vie del centro città (via De Romita, via Fiume, largo Giordano Bruno).

“Insulti alla polizia locale, intervenuta dopo centinaia di segnalazioni – scrive i gruppo Comitato salvaguardia zona umbertina – Possibile che ancora non si comprenda che il problema nell’Umbertino è strutturale? Aver consentito l’insediamento di oltre 60 locali di ristorazione (la maggior parte concentrata in 3 o 4 isolati in un ambito cosi ristretto ha creato una situazione ingestibile ed un danno per tutti. Purtroppo gli errori si pagano sempre. Ora per porvi rimedio si favoriscano le delocalizzazioni, anche con incentivi, e si proceda con una pianificazione territoriale degli insediamenti. Gli strumenti ci sono”, conclude.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui