Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Una truffa corre sul web, sfruttando in maniera fraudolenta i nomi di personaggi famosi. È successo anche con il premier Mario Draghi. “In merito all’articolo “Cos’è successo? Mario Draghi in realtà trasformando gli italiani in milionari con l’ultimo investimento” che sta circolando sul web – scrive Palazzo Chigi – si segnala che trattasi di una truffa perpetrata utilizzando in maniera fraudolenta il nome del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e la testata di un quotidiano italiano online. Nel finto articolo si spingono gli utenti all’acquisto di moneta elettronica prospettando ingenti guadagni. A seguito degli approfondimenti effettuati dalla Polizia Postale è stato possibile accertare la registrazione del dominio fake e avviare le attività di rimozione della pagina”.

La polizia postale spiega che si tratta di false pagine web che sponsorizzano siti fasulli di trading online e che promettono guadagni milionari. Immagini contraffatte di giornali di informazione. Foto di personaggi famosi, ignari della truffa, o di finti investitori internazionali che avrebbero ottenuto guadagni milionari. Questo è il meccanismo utilizzato da criminali informatici per ingannare le vittime e prosciugare i loro risparmi.

La Polizia Postale invita i cittadini che volessero investire capitali con attività di trading online a rivolgersi solo a intermediari autorizzati, utilizzando solo strumenti di pagamento sicuri e tracciabili.

I consigli della postale. Verificare che il soggetto che propone il trading on line (ad es. su operazioni su forex) sia autorizzato, visitando i siti web della Consob e della Banca d’Italia;Consultare la sezione “WARNING AND PUBLICATIONS FOR INVESTORS” dell’ESMA (la CONSOB europea) e verificare se, nei confronti del trader, altre autorità europee omologhe alla CONSOB, hanno pubblicato un avviso agli utenti (warning). Verificare attraverso i motori di ricerca sul web, la presenza di eventuali blog o forum sulla società di trading o del sito internet. Diffidare di quei broker che offrono un rendimento fuori mercato (prospettando un ritorno economico in percentuali di elevata entità). Fare trading con broker e su piattaforme conosciute e di provata affidabilità. Non cadere nell’ulteriore trappola dei frodatori che, con il pretesto di sbloccare i rimborsi di quanto già “investito”, richiedono il pagamento di ulteriori somme di danaro: si tratta di una vera e propria estorsione.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui