Cabtutela.it
acipocket.it

Una volta terminato il campionato, per ogni squadra arriva il momento, molto delicato peraltro, in cui è necessario tirare le somme e provare a capire come ci si può orientare per migliorare la squadra. Si tratta di valutazioni che non nascono così per caso, ma sono frutto di pensieri, convinzioni e riflessioni che sono maturate con il passare dei mesi.

Insomma, è tutta questione di strategia e non solo di fortuna nell’azzeccare le varie mosse di mercato, come per chi ama i gratta e vinci. Certo, indovinare i calciatori migliori per le proprie esigenze non è mai un gioco da ragazzi: anzi, nella maggior parte dei casi, sono più i rischi che il rendimento di quel giocatore non corrisponda alle aspettative.

Bari, si deve programmare il futuro

Nel caso del Bari è chiaro che questo lavoro di programmazione diventa imprescindibile, soprattutto se c’è ancora l’intenzione di riportare la società biancorossa a calcare palcoscenici importanti. Insomma, se l’obiettivo è quello di riportare il Bari laddove la sua tifoseria e la sua storia meritano, ovvero in Serie A, è necessario valutare attentamente tanti aspetti per indirizzare al meglio le scelte in sede di calciomercato.

In seguito all’uscita, prematura, nel percorso dei playoff, ecco che il Bari è chiamato inevitabilmente a voltare pagina. Un tentativo di dimenticare la forte delusione per un finale di stagione che non è andato esattamente secondo quelle che erano le aspettative.

Così, quindi, la squadra barese prova a riprendere un po’ i fili della programmazione e conta di riorganizzarsi per guardare al futuro con rinnovato entusiasmo. Aspettando ancora che venga comunicato il nome del nuovo direttore sportivo, così come di chi ci sarà in panchina a guidare i biancorossi nel corso della prossima stagione, è già tempo di valutare chi potrebbe essere un punto fermo nell’attuale rosa da cui ripartire.

In casa biancorossa, quindi, si volge lo sguardo a chi è già in casa, in maniera tale da sapersi successivamente orientare meglio verso le future scelte estive in sede di calciomercato. Quindi, proviamo a scoprire chi potrebbero essere i giocatori che formeranno l’ossatura del Bari nel corso della prossima stagione.

I big pronti a dire addio?

Tra i pali dovrebbe essere confermato il trio Frattali, Marfella e Liso, con qualche perplessità sul primo. In tal senso, quindi, non ci dovrebbero essere degli stravolgimenti. I big che potrebbero lasciare la compagine biancorossa, però, potrebbero essere davvero in tanti.

Visto che non è stata raggiunta la tanto agognata promozione, infatti, potrebbero salutare alcuni tra i più importanti calciatori con esperienza presenti attualmente in organico. Un esempio su tutti Antenucci, anche se sarà decisamente complicato e difficile riuscire a individuare un’altra compagine che possa pagargli uno stipendio da 450 mila euro.

Il ritiro è sempre più nei pensieri di capitan Di Cesare, che dovrebbe decidere nel corso delle prossime settimane di appendere gli scarpini al chiodo. Il discorso addio può essere senz’altro esteso anche ad altri big come Sabbione, Bianco, Ciofani e Frattali. Chi per ragioni a livello economico, chi per una questione meramente di stimoli e di motivazioni, ecco che anche questi ultimi quattro giocatori potrebbero decidere di lasciare il Bari.

Un blocco importante del Bari attuale potrebbe salutare, senza dimenticare come diranno addio alla compagine biancorossa anche altri calciatori, che hanno sicuramente reso meno rispetto alle aspettative. Il riferimento è chiaramente a Candellone, Marras e Semenzato. Resta chiaramente in una posizione molto dubbiosa la permanenza di Celiento. Cianci, invece, ha rilasciato delle dichiarazioni inequivocabili. Infatti, ha pubblicato un post sul suo profilo Instagram, in cui si è congedato dalla piazza barese, lodando i tifosi e scusandosi per non essere riuscito a dare il suo contributo per raggiungere l’obiettivo della promozione.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui