Cabtutela.it
acipocket.it

Un tessuto sonoro che, a partire da Bari, lega con la sua trama professionisti del suono da un capo all’altro del mondo. Si intitola “Declinazioni” ed è un vero e proprio esperimento di co-progettazione musicale a livello internazionale, che sarà trasmesso in prima assoluta giovedì 24 giugno alle ore 19.30 nella sede di Post Factory(Via Mauro Amoruso 62/7 a Bari).

Una produzione Post, ideata e diretta dal compositore barese Marco Caricola, “Declinazioni” è un evento unico nel suo genere, che riunisce 28 musicisti, compositori e artisti del suono da tutto il mondo, nella produzione di un’opera di musica collettiva. Suoni improvvisati capaci di fondere talenti da città come Bari, Roma, Milano, Venezia e Siena ma anche Berlino, Londra, Dublino, Los Angeles e New York, che si legano tra loro intrecciandosi e passandosi il testimone in una staffetta di sovrapposizioni sonore. Una catena musicale della durata di circa trenta minuti ma che, nelle potenzialità e nella sua stessa visione, non ha limiti di tempo e di spazio: ogni artista partecipa alla composizione collettiva rappresentando uno dei nodi di cui si compone la trama e affidando la sua musica al racconto per immagini della terra da cui si connette agli altri.

Alla proiezione in esclusiva di “Declinazioni”, seguirà un breve talk con Marco Caricola, direttore artistico di Post Sound e Arbel Bedak, fondatore della Spectra Creative Agency di Los Angeles. A seguire, conclusioni a cura di Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia. Moderano Vittorio Palumbo, fondatore di Post Factory e Serena Manieri, giornalista.

“Declinazioni” è il progetto di esordio di Post Sound, gruppo aperto di ricerca e produzione di nuovi scenari sonori nato nello spazio barese di Post Factory e con la direzione artistica dallo stesso Marco Caricola, che si pone oggi l’obiettivo di costruire con Post una nuova comunità musicale, con cui iniziare a ripensare il settore in termini di squadra e di co-progettazione. Una musica che si fa veicolo di incontri possibili, dunque, per un progetto che rientra nella più generale visione di Post, in cui spazi nuovi della città diventano attrattori di talenti e professionalità si incontrano e decidono di fare qualcosa di nuovo insieme. Una visione in cui lavorare con il resto nel mondo non è più un concetto geografico, ma di rete. E ancora, un metodo in cui la musica non è solo intrattenimento, ma professione. La ricerca di Post Sound è infatti orientata al lavoro sulla produzione di musica e non solo sulla sua fruizione, sulla formazione e professionalizzazione dei talenti che ruotano intorno al settore.

È con questo spirito e in coerenza con la matrice metodologica tipica di Post Factory, che anche Post Sound lancia la sua chiamata aperta a musicisti, performer, sound designer, ingegneri del suono e a tutti i professionisti, vicini e lontani, che hanno voglia di incontrarsi per progettare e sperimentare, a partire dalla città di Bari e dalla regione Puglia, nuovi percorsi legati al suono e alle sue declinazioni.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui