Cabtutela.it
acipocket.it

Il borgo che dondola. È il tema scelto dal Comune di Cisternino per l’Estate 2021: un cartellone di oltre 60 appuntamenti musicali, teatrali, artistici, religiosi e sportivi in programma fino a settembre, con una media di circa 12 eventi alla settimana.

Anche per questa estate Cisternino, tra i Borghi più belli d’Italia, conferma un programma articolato di eventi nel pieno rispetto delle normative anti Covid19 e con un occhio all’innovazione con un QR Code dedicato, per avere sempre il programma a porta di smartphone, segnaletica multilingue e accessi controllati alle manifestazioni.

L’offerta  è estremamente ricca e variegata per offrire a ciascuno la possibilità di trovare il suo percorso da seguire: dai Festival (Notte VerdeDisimpegnoFestival dei Sensi), alla Musica (Genera FestivalPiano LabItria Jazz, tra gli altri), al Teatro con spettacoli in vernacolo e un esperimento di audio-teatro con «L’ago nel buio», fino ai Campi Estivi per bambini e ragazzi.

Le attività sono iniziate nell’ultimo fine settimana di giugno con un’anteprima attesissima: la VI edizione della Notte Romantica, una serata in cui il centro storico di Cisternino è diventato il set ideale per gli innamorati con allestimenti ed eventi ad hoc e un meraviglioso concerto dedicato a Igor Stravinsky, nel 50ennale della sua morte, organizzato dalla Fondazione Paolo Grassi.

Venerdì 9 luglio nella villa Comunale alle 20 si potrà assistere al «Tramonto letterario» con la presentazione del libro «Come gli dei» di Antonio Loprieno. Sabato 10 luglio il Santuario Madonna d’Ibernia ospita un’anteprima di Piano Lab con il recital del M° Viviana Lasaracina, mentre tra via Dante e Corso Umberto sarà attivo il mercatino dell’artigianato (sabato 10 e domenica 11 luglio). Domenica 11 luglio spazio al turismo con la visita guidata alla scoperta di Cisternino, organizzata dalla Pro Loco.

Mostre e installazioni

Da fine giugno a ottobre sarà possibile ammirare l’installazione che dà il nome all’edizione 2021 dell’estate di Cisternino: «Il borgo che dondola – Il risveglio della lancetta sinistra», un percorso fra le altalene da piazza Garibaldi a via Soleti, passando da via Castello e via Santa Maria di Costantinopoli, a cura dell’associazione Arda con la direzione artistica di Roberto Marangi.

E se nell’estate 2020 l’installazione Rainbow con i centrini sospesi ci aveva portato a passeggiare con il naso all’insù, donando spensieratezza ai visitatori, quest’anno Bernardo Palazzo e Luzzart ci aiutano a volgere lo sguardo verso una rinascita collettiva con due lavori: “Il ponte dei Desideri” –  33 centrini rappresentano dei mantra della cultura pugliese, preghiere scritte col cotone dalle mani di donne pazienti e “Firmamento – Il sole e la luna, tra grano e merletti”. Le istallazioni si svilupperanno tra il ponte della Madonnina e i campi della Valle d’itria da luglio a settembre.
Restando sempre nel campo delle arti visive dal 20 al 29 agosto sarà possibile vedere  «Genera fuori – Oasi, opere di land art» a Figazzano ciclovia dell’acquedotto, campo Contrada Carperi e in zona panoramica Acqua Rossa, una installazione a cura dell’associazione musicale Città di Cisternino con la direzione artistica di Martino Pezzolla e Matteo De Angelis

 

Cinque, invece, le mostre in programma.  Dal 10 giugno al 20 luglio al secondo piano della Torre Civica è allestita la mostra «La Torre delle Meraviglie – parte 1», a cura di Francesca Arpino su progetto di Alberto Vannetti; la seconda parte della mostra «La Torre delle Meraviglie» a cura di Carmelo Cipriani su progetto di Alberto Vannetti è in programma dal 9 agosto al 30 settembre.
I dipinti di Giulio Marchioli, per «Luoghi al limite del tempo – Architexture», saranno in esposizione dal 24 giugno all’11 luglio nell’Area Archeologica della Chiesa San Nicola a cura del Gruppo Archeologico Valle d’Itria. Palazzo Lagravinese ospiterà dal 3 al 25 luglio «Da oggi a ieri», personale di Pietro Distante a cura di Annalaura Punzi. Ultima in ordine di apertura, la mostra «Notte verde 2021 – I percorsi oltre il Valico» a cura di Giuseppe Lupoli su progetto dell’associazione Ubieterre allestita a Palazzo Lagravinese dal 10 al 19 agosto.

Festival.

Da venerdì 30  luglio e fino a domenica 1 agosto nel Cimitero Vecchio di Cisternino torna la rassegna Disimpegno. Appunti intorno all’abitare, con il Volume 4, «Abitare il simbolo», un ciclo di tre incontri tematici: il 30 luglio alle 20:00 «Un metroquadro di poesia» con il Collettivo Macrohabitat e il leader dei Baustelle, Francesco Bianconi; il 31 luglio, sempre alle 20:00, un dialogo fra Fabio Macaluso e l’architetto Beniamino Servino dal titolo «La casa sull’albero»; ultimo incontro domenica 1 agosto con il professor Vito Bianchi e la «Pratica della bellezza». Il festival nasce con l’intento di stimolare il dibattito sui temi dell’abitare nelle sue varie declinazioni incontrando accademici, scrittori, poeti e altre menti. La rassegna è organizzata da Nùevù studio, Macrohabitat, Pietre Vive Editore in collaborazione con Comune di Cisternino, Laboratorio Urbano Jan-net, Distretto 5Vie Art+Design. 

Il 12 luglio alle 21 nel giardino esterno della scuola in via Fasano è in programma la prima data dell’Itria Jazz con Mino Lacirigignola e il suo «Hello Louis», una serata interamente dedicata al maestro Louis Armstrong. Per la rassegna Itria Jazz sono in cartellone altre tre date: il 26 luglio con Guido di Leone Jazz Trio Standard on Guitar, il 5 agosto con «Le Gitane» e il 12 agosto con Lisa Manosperti e Andrea Gargiulo.

Martedì 20 luglio fa tappa alla Masseria Capece il Festival della Valle D’Itria con «Il canto degli ulivi», un concerto dedicato alle eroine dell’opera con Julie Fuchs.

Due gli appuntamenti per la 24ª edizione della rassegna «Suoni sacri e dal pianeta» in programma sempre nel giardino esterno della scuola in via Fasano alle 21: mercoledì 25 agosto Margherita Rotondi e Vincenzo Cicchelli in concerto e il 5 settembre con Ottonando Brass Ensamble.

Iniziative turistiche. Fra passeggiate, degustazioni e visite poetiche.

Le iniziative turistiche dedicate alla riscoperta delle tradizioni, per contribuire al rilancio di un settore fra i più colpiti nell’ultimo anno, prenderanno il via domenica 11 luglio con la prima visita guidata alla scoperta di Cisternino, organizzata dalla Pro Loco che fino a settembre ha in programma decine di esperienze enogastronomiche e sportive (il programma completo su www.prolococisternino.it). Tanti gli eventi settimanali: a partire dal 14 luglio, tutti i mercoledì, in programma lezioni di cucina tradizionale; tutti i mercoledì e venerdì, invece, sempre a partire dal 14 luglio ci saranno delle degustazioni per scoprire tutti i segreti dell’olio.

Per programmare le serate estive si potrà scaricare l’app MyCisternino, disponibile per IOS e Android, o usare il QR code disponibile su tutti i materiali promozionali per avere il programma sempre a portata di clic.

 «Siamo felici di goderci questa stagione estiva che è accompagnata dalla speranza di volare sempre più in alto grazie alla possibilità che ci è stata data con le vaccinazioni – spiega Luca Convertini, sindaco di Cisternino –, non possiamo sapere se non ci sarà una discesa dopo questo volo, ma intanto ci rallegriamo per il presente e continuiamo a dondolare sperando che il movimento ci culli, facendoci ricordare un mondo lontano in cui eravamo ignari di essere spensierati come i bambini che vanno su e giù su un’altalena. Non mi resta che augurare buona estate a tutti – conclude –, ai nostri concittadini, a tutti i lavoratori e a tutti i nostri visitatori».

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui