Cabtutela.it
acipocket.it

Il report di questa settimana della Asl di Bari evidenzia alcuni importanti passaggi della campagna vaccinale: il 50% dei baresi vaccinabili (dai 12 anni in su) ha completato il ciclo vaccinale e il 73% ha ricevuto almeno una dose e, tra questi, la metà dei 20-29enni (50%) e quasi un terzo (29%) dei 12-19enni.

Parallelamente si registra una leggera ripresa del tasso di contagi, che passa da 3,7 a 5,3 casi settimanali per 100mila abitanti ma resta comunque contenuto. La circolazione del virus Sars Cov-2 nell’area provinciale di Bari permane in ogni caso generalmente bassa. I Comuni a zero contagi sono 19 (la scorsa settimana erano 25), restano a quota 9 quelli con un solo caso settimanale. La città di Bari conferma i buoni dati di sette giorni fa, con un tasso settimanale di 4,1 casi per 100mila abitanti, in lievissima flessione.

La campagna vaccinale anti-Covid, anche nell’ultimo periodo considerato (9-15 luglio), ha garantito la somministrazione di circa 79mila dosi di vaccino, per un totale di 1.371.511 vaccini iniettati dal 27 dicembre ad oggi. Nelle sole strutture della ASL Bari sono state somministrate 1 milione e 282mila dosi. Grazie alla quantità ragguardevole di vaccinazioni e alla regolarità e continuità delle somministrazioni, la popolazione vaccinabile dell’area provinciale barese è già coperta per il 73%, mentre esattamente il 50% ha concluso il ciclo vaccinale. Soglie superate nella città di Bari, in cui il 75% dei residenti ha ricevuto almeno la prima dose e il 53% ha ultimato il ciclo di immunizzazione.

La copertura vaccinale sta avanzando costantemente in tutte le fasce di età, in questa fase in modo particolare tra i più giovani. Adesione elevata nelle decadi 50-59 anni (85% vaccinato con prima dose), 40-49 anni (75%) e 30-39 (62%). Decisamente rilevanti le percentuali di immunizzazione nella popolazione dai 60 anni in su: il 93% ha fatto la prima dose e il 74% ha completato il ciclo.

“Si sottolinea – spiegano dalla Asl –  infine, l’importanza di continuare ad aderire con convinzione alla campagna di vaccinazione, senza però trascurare di mantenere un atteggiamento prudente: vaccini e comportamenti corretti (distanziamento, igiene delle mani, uso della mascherina ove necessario) restano gli strumenti principali per contrastare efficacemente la pandemia”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui