Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Fonte preziosa di proteine e con scarso contenuto di grassi, oggi in tavola portiamo i ricci di mare. Le parti commestibili di questi animali, sono le gonadi, all’interno delle quali sono racchiuse le uova riconoscibili dal loro colore giallo ocra, sino al vermiglio.

Alleati del cuore e ricchi di sali minerali, sono moltissime le proprietà attribuite a questo prodotto ittico dalla particolare forma di stella e tanto apprezzato soprattutto dai pugliesi.  Tra queste impossibile non apprezzare la presenza di ferro e fosforo, necessari per la salute dell’organismo. In particolare, per quanto riguarda il ferro è utilissimo in caso di anemia, mentre il fosforo è un alleato prezioso della salute del sistema nervoso.

Tra le altre proprietà preziose dei ricci di mare non si può non citare la presenza di iodio. Si tratta, infatti, di uno degli alimenti con il maggior contenuto di quest’ultimo che, se assunto regolarmente, previene il rischio di ipotiroidismo. Ma non solo, all’interno delle uova ci sarebbe anche un importante aminoacido, l’ovotiolo. Quest’ultimo, secondo una ricerca condotta dall’Istituto di Scienze dell’Alimentazione, sarebbe un potente antiossidante capace di contribuire all’inibizione delle cellule tumorali.

I ricci di mare, ricordiamo, vivono sino a 30 metri di profondità, popolando i fondali rocciosi. E’ un animale particolarmente prolifico e sendentario, per cui risulta semplice catturarlo, ragion per cui in Puglia, ma anche in altre zone d’Italia, esiste una rigida regolamentazione di pesca onde evitare non solo il prelievo sconsiderato, ma anche la deturpazione dei fondali. Ecco due ricette semplici e gustose per portarli in tavola.

LINGUINE AI RICCI DI MARE CON SPEZIE

Prima di tutto pulite con cura i ricci di mare, ne basteranno circa 30 per ottenere un sughetto gustoso. Dopo aver pulito i ricci di mare, sciacquate con cura e, con l’apposito apriricci, aprite la calotta superiore prelevando polpa e uova e mettendole da parte. In una pentola a parte cuocete le linguine, circa 400 grammi considerando 5-6 persone. Mettete dell’olio extravergine di oliva in una padella, quando sarà pronto, inserite uno spicchio d’aglio tagliato a pezzettini piccolissimi, del prezzemolo tritato, un peperoncino secco e poi spezie di vostro gradimento. Consigliamo paprika e curcuma. Fate soffriggere per alcuni minuti, poi aggiungete le linguine che avrete scolato al dente e, infine i ricci di mare. Aggiungete, se necessario, almeno un mestolo di acqua di cottura. Dopo circa due minuti le vostre linguine saranno pronte per essere servite.

BURRATA AI RICCI DI MARE

Un connubio perfetto, soprattutto per i pugliesi che apprezzano il mix di sapori terra e mare. Mettete da parte una burrata di almeno 500 grammi, 10 ricci di mare e 5 uova, preferibilmente fresche. Cuocete le uova in una piccola casseruola che avrete riempito di acqua. Lasciate cuocere per almeno 3 minuti, fino a quando non vedrete bollire l’acqua. Scolate le uova e lasciatele raffreddare. A parte distribuire la burrata nei piatti. Successivamente, posate i tuorli sopra la burrata. Lasciate riposare in frigo. Intanto, in una pentola invece, dopo aver pulito i ricci di mare, mettete a soffriggere questi ultimi con aglio, prezzemolo e mezzo bicchiere di vino bianco.  Una volta pronti, posateli sui tuorli. Se di vostro gradimento versate del succo di limone e del pepe nero macinato.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui