Cabtutela.it
acipocket.it

Taranto e Bari sono tra le provincie italiane con il minor numero di contagi. La classifica stilata da Gimbe, aggiornata a domenica 29 agosto, elenca le zone in base ai casi di Covid ogni 100mila abitanti (incidenza).

In fondo alla graduatoria c’è Aosta (a quota 22.6), quindi la più “virtuosa” e come meno persone a rischio. Ma la provincia di Taranto segue in terzultima posizione (con incidenza 23.9) mente poco più sopra c’è anche la città metropolitana di Bari (30.6).

Dati che possono rassicurare la popolazione e che sembrano non risentire del grande afflusso di turisti, soprattutto stranieri, che hanno scelto le due città pugliesi nel corso della stagione estiva. Un distacco considerevole con la prima in classifica: Enna (Sicilia) che si trova addirittura a 310.

Oltre all’attenzione a mantenere il distanziamento sociale ed evitare situazioni a rischio, a contribuire a questo risultato rilevante è l’alta diffusione dei vaccini. Infatti sono nel capoluogo pugliese quasi tre ragazzi su quattro tra 12 e 19 anni (74%) hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid e il 42% ha ultimato il percorso di immunizzazione.

Dai 50 anni in poi, inoltre, la copertura vaccinale è attestata su livelli medi elevatissimi: 93% con prima dose e 86% con immunizzazione completa, con un picco del 97% (91% a ciclo completo) tra i 70-79enni.

La situazione pandemica sembra essersi ribaltata rispetto ai numeri da zona rossa registrati lo scorso aprile. Quando proprio Taranto e Bari preoccupavano l’Italia, rispettivamente a incidenza 315 e 297.

Diverso il discorso per Bat (oltre 100 di incidenza), Lecce stabile a quota 55 e infine Brindisi e Foggia sotto il limite di 50. Adesso i dati quotidiani del Ministero della Salute e il record di vaccini in Puglia posso far ben sperare in vista dell’autunno.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui