Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Aumentano le richieste di prime dosi anti Covid in Puglia, a Bari e provincia, ad esempio, si è registrato un aumento di prenotazioni del 60% nella sola giornata di venerdì, con un balzo da 700 a 1200. A Brindisi, sempre venerdì scorso sono state circa 160 le prenotazioni in più e nel fine settimana 300 prenotazioni.

A Foggia la scorsa settimana si è registrato un aumento del 25% delle prenotazioni; a Lecce all’Open day di sabato scorso si sono presentate 350 persone. Complessivamente sono 5.679.926 le dosi di vaccino anticovid somministrate in Puglia, l’88.8 % di quelle consegnate dal commissario nazionale per l’emergenza, cioè 6.396.325.

I dati della asl di Bari:  A Bari nove cittadini su dieci hanno già fatto la prima dose di vaccino anti-Covid e otto su dieci sono vaccinati totalmente. È stato così raggiunto, nel capoluogo, l’obiettivo di copertura di comunità per la popolazione dai 12 anni in su. E’ la “fotografia” della campagna vaccinale, secondo i dati elaborati dal Controllo di Gestione della ASL Bari, in questa fase cruciale orientata a garantire i più elevati livelli di immunizzazione a tutte le fasce d’età vaccinabili.

Spicca il dato della città di Bari, dove esattamente 256.747 residenti su circa 286.000 vaccinabili – pari al 90% – sono vaccinati con prima dose e l’80% di essi risulta “coperto” completamente.

A partire dai 12-19enni che hanno risposto con entusiasmo e grande senso civico alla chiamata della ASL: ben l’87% dei giovanissimi baresi (20.512 su circa 23.400) ha ricevuto la prima dose e quasi sette su dieci (67%), esattamente 15.612, hanno raggiunto l’immunizzazione completa.

Coperture con prima dose elevate, in particolare, si registrano tra le generazioni più anziane, con gli over 80 baresi vaccinati al 95%, i 70-79enni al 97%, i 60-69enni al 96% e la fascia 50-59 anni al 93%. Buone performance sono state raggiunte anche sotto i 50 anni, con tutte le classi d’età che hanno già centrato il traguardo dell’80%, come i 20-29enni (81%) e i 30-39enni (81%), o lo hanno ampiamente superato come nel caso dei 40-49enni (86%).

Il quadro generale, del resto, presenta coperture alte nell’intera Area Metropolitana di Bari, dove l’88% dei residenti over 12 ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino e il 78% ha completato l’intero ciclo.

«Segni tangibili – commenta il Direttore Generale ASL Bari, Antonio Sanguedolce – che l’obiettivo di copertura di comunità avanza in maniera omogenea in tutto in territorio. Il lavoro organizzativo e logistico svolto quotidianamente dal Nucleo Operativo Aziendale e dal Dipartimento di Prevenzione della ASL Bari è riuscito a sensibilizzare e raggiungere le persone di ogni età e condizione sociale. Queste cifre ci restituiscono anche e soprattutto il senso profondo della grande partecipazione della comunità alla campagna vaccinale: noi assicuriamo i vaccini, ma sono i cittadini che scelgono consapevolmente di vaccinarsi. Naturalmente – conclude Sanguedolce – la campagna va avanti e punta a raggiungere la massima copertura vaccinale possibile, per cui invitiamo i cittadini che ancora non l’abbiano fatto a recarsi nei nostri hub: vaccinarsi è semplicissimo ed è utile all’intera comunità».


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui