Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Si avvicina Halloween e puntualmente crescono i timori da parte dei cittadini in merito ai possibili atti vandalici. A segnalarlo sono gli stessi che, per evitare “lo scempio di lancio di uova, farina e sassaiole” hanno proposto al sindaco di predisporre dei banchetti con la consegna di dolcetti e scherzetti in ogni quartiere.

L’idea è quella di organizzare delle vere e proprie feste in strada, vestiti tutti in maschera per “riportare il senso reale di questa festa importata dall’estero”, ha spiegato un cittadino rivolgendosi al sindaco, Antonio Decaro.  “In alcuni paesini – prosegue – mettono accanto alle finestre o sull’uscio delle case zucche decorate e colorate e accendono lucine colorate facciamo pure noi qualcosa per rendere questo giorno particolare” – ha sottolineato.

L’intento, spiega ancora il cittadino sui social, è quello di coinvolgere l’intera cittadinanza, compresi i supermercati onde evitare che si verifichino “scherzetti” poco gradevoli. “I supermercati potrebbero essere autorizzati a non vendere ai minorenni confezioni di uova e farina soprattutto ai quei ragazzini che conoscono essere un po’ fuori dalle regole” – ha specificato sottolineando quanto, in quella giornata specifica “la stupidità prende il sopravvento”. Il 31 di ottobre, ogni anno, si fa più difficile attraversare la città, oltre a farina e uova infatti, molto spesso i giovani lanciano bombette che spaventano i passanti, mettendo in pericolo soprattutto anziani, ma anche gli animali.

I timori sono condivisi anche dai conducenti Amtab che negli scorsi giorni, in seguito a lanci di sassi sui finestrini, hanno deciso di allertare le autorità con l’obiettivo di prevenire eventuali atti vandalici, affinché si potesse evitare di ripetere quanto accaduto l’anno scorso.

Foto repertorio


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui