lapugliativaccina.regione.puglia.it

Una tredicesima giornata all’insegna dei big match e con dei verdetti che hanno consentito di accorciare in maniera molto significativa la classifica, specie per quanto riguarda i primi posti. Le due squadre capolista, infatti, hanno entrambe perso nell’ultima giornata di serie A. Da un lato il Napoli di Spalletti, il quale ha dovuto soccombere all’Inter allo stadio Meazza; dall’altra il Milan di Pioli, punito da una Fiorentina cinica e concreta.

Napoli, reazione tardiva

Nella sfida contro l’Inter, il Napoli ha reagito troppo tardi, solamente nelle fasi finali di un match che ha visto per larghi tratti i nerazzurri imporre il loro gioco. Dopo un inizio particolarmente convincente, che ha portato al vantaggio grazie al gol di Zielinski, il Napoli ha avuto una sorta di blackout per almeno 30-35 minuti. A quel punto, i padroni di casa ne hanno approfittato e hanno punito gli Azzurri con due gol nel primo tempo: prima il rigore di Calhanoglu, dopo un ingenuo fallo di mano di Koulibaly, poi il gol di Perisic di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

In seguito, la ripresa è cominciata sulla falsariga della fase finale del primo tempo: i nerazzurri sono riusciti a timbrare il cartellino per la terza volta grazie a Lautaro Martinez, bravo a concludere positivamente un contropiede sul quale il Napoli non ha opposto resistenza. Nel finale eurogol di Mertens e reazione d’orgoglio degli Azzurri che sono andati vicini al gol per almeno altre due volte.

Dopo la battuta d’arresto del Napoli, l’Inter si trova a meno quattro dalla vetta e punta decisa al primo posto Ecco perché i siti scommesse online, studiati da Sportytrader, hanno rivisto le loro preferenze sulla favorita per lo scudetto, piazzando i nerazzurri al primo posto tra le candidate per il titolo. Il Napoli, dopo la débacle del weekend, non è più visto come favorito dagli addetti al settore. E le altre pretendenti?

Juve convincente

Per quanto riguarda il match tra Lazio e Juventus, invece, i bianconeri si sono resi protagonisti di una prova di forza abbastanza convincente. Sicuramente la Vecchia Signora punta ancora alla concretezza, rispetto all’estetica, ma Allegri sta dimostrando di essere capace di poter tirare fuori il meglio da ogni giocatore e di poter sfruttare le caratteristiche di ciascuno. Lo scontro diretto per l’accesso alla Champions League, almeno per questa fase di stagione, si è concluso per 2-0 in favore dei bianconeri.

Decisivi due rigori di Bonucci, finalizzatore preciso per l’occasione. Una gara di intensità abbastanza elevata, anche se dalla Lazio di Sarri ci si aspettava molto di più: ai numeri, i padroni di casa non sono praticamente mai andati al tiro. Ricordiamo che erano privi di Immobile, anche se non può essere una giustificazione totale alla sterilità della fase offensiva durante tutto il match. I bianconeri, ora, si trovano a 11 punti dalla vetta e quattro dal quarto posto, obiettivo sicuramente più alla portata.

Fiorentina-Milan: che show!

Altro match particolarmente interessante in questa tredicesima giornata è stato sicuramente Fiorentina-Milan. La gara ha visto affrontarsi una squadra che sta facendo sicuramente molto bene, e che ha racimolato la bellezza di 21 punti per ora, e la capolista del campionato (insieme al Napoli). Si è trattato della prima sconfitta dei rossoneri in questa stagione: un match rocambolesco, terminato per 4-3 in favore dei toscani, grazie a un super Vlahovic e ad alcuni errori di troppo della difesa rossonera.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui