lapugliativaccina.regione.puglia.it

Da polo del turismo a luogo in stato di abbandono. Siamo a Bari, in particolare negli spazi della Fiera del Levante dove, alle insegne colorate degli stand passati fanno da contraltare spazi in stato di abbandono e degrado. A denunciare le condizioni in cui verte la zona è Filippo Melchiorre (Consigliere Comunale Fratelli d’Italia) che con un post sui social ha voluto mostrare quanto scoperto nel corso di un sopralluogo effettuato in mattinata.

Dall’asfalto dissestato, pieno di buche e toppe, alle aiuole piene di erba selvaggia, sino a passare ai rifiuti e ancora alle fontane prosciugate e alle strutture su cui l’intonaco fa fatica a restare incollato. Sono solo alcuni dei dettagli che balzano alla vista di chi percorre le vie che hanno iniziato pian piano a svuotarsi dell’effetto “novità” degli anni migliori, per fare spazio ad un senso di abbandono. Non si tratta di un caso isolato, già in passato, più volte, erano state evidenziate le condizioni della Fiera.

Nel dicembre 2021, a segnalare la situazione era stato Giuseppe Carrieri, presidente dell’associazione Bari Eco City che aveva sottolineato degrado, sporcizia e abbandono” tuonando sulla questione degli immobili storici e di prestigio “degradati, immersi nella sporcizia e destinati a tutt’altre funzioni rispetto a quelle cui erano stati costruiti”. Ma le segnalazioni sulle condizioni della Fiera sono iniziate anche prima, già dal 2020. Allora, in tanti, in particolare i cittadini, avevano chiesto al sindaco di intervenire. Oggi, però, nonostante da allora siano passati due anni, la situazione sembra sia rimasta la stessa. “A vedere come è ridotta – ha sottolineato Melchiorre – viene da piangere” – ha concluso mostrando le foto del sopralluogo.

Diverse le testimonianze dei cittadini che hanno voluto partecipare alla discussione. “Ho pianto anch’io l’8 Aprile, quando mi sono recato in Fiera allo stand di Confartigianato e non sto esagerando – ha scritto un cittadino – chi ha visitato la Fiera del Levante negli anni ’80 e ’90 l’ha potuta apprezzare nel suo massimo splendore. Vederla ridotta così è un vero colpo al cuore. La Fiera del Levante è la vetrina internazionale per le nostre aziende locali, è un luogo di scambio culturale e commerciale, va difesa e soprattutto rivalorizzata anno dopo anno” – ha concluso. “Perché non si interviene? – ha sottolineato un altro rivolgendosi alle istituzioni. “Stanno distruggendo un monumento della storia di Bari, che vergogna” – ha detto infine un altro.

Foto Facebook

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui