lapugliativaccina.regione.puglia.it

A Bari e provincia e nella Bat saranno 15.801 gli studenti che questa mattina torneranno in classe per affrontare la prima prova dell’esame di Stato. Tutti i presidenti di commissione al loro posto, pochissime nei giorni scorsi le rinunce: sono stati subito sostituiti ed è tutto pronto ormai per il ritorno delle prove scritte dopo due anni di stop causa Covid.

Oggi tocca alla prima prova scritta di Italiano, che sarà  su base nazionale. Alle candidate e ai canditati saranno proposte sette tracce con tre diverse tipologie: analisi e interpretazione del testo letterario, analisi e produzione di un testo argomentativo, riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

Il 23 giugno si proseguirà con la seconda prova scritta, diversa per ciascun indirizzo, che avrà per oggetto una sola disciplina tra quelle caratterizzanti il percorso di studi. La predisposizione della seconda prova quest’anno sarà affidata ai singoli Istituti, in modo da tenere conto di quanto effettivamente svolto, anche in considerazione dell’emergenza sanitaria.

Saltata la terza prova che non si terrà quest’anno, si passa direttamente al colloquio. La valutazione finale resta in centesimi. Al credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 50 punti. Per quanto riguarda le prove scritte, a quella di Italiano saranno attribuiti fino a 15 punti, alla seconda prova fino a 10, al colloquio fino a 25. Si potrà ottenere la lode. Per il colloquio è prevista la possibilità della videoconferenza per i candidati impossibilitati a lasciare il proprio domicilio, condizione che andrà, comunque, documentata.

L’Ufficio scolastico regionale ha predisposto la squadra di ispettori che verificano il corretto svolgimento delle prove di esame, facendo rispettare le regole previste: divieto di utilizzo di strumentazioni come pc, telefonini, smartwatch pena l’esclusone.

In seguito alle decisioni prese in Consiglio dei Ministri e all’ordinanza firmata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, alla Maturità non sarà obbligatorio indossare la mascherina. L’uso dei dispositivi di protezione individuale resta solo “raccomandato”. Tornano anche gli “uditori”, amici o parenti, che potranno assistere alla prova orale, ovviamente garantendo il distanziamento di almeno un metro.

Resta ovviamente vietato accedere nei locali scolastici se si è positivi al Covid-19, se si ha la tosse, il raffreddore o un’altra sintomatologia respiratoria o se la temperatura corporea supera 37,5°C.

Non ammessi. In Puglia si è registrata una percentuale di non ammessi all’esame pari al 4.5 per cento. È la terza più alta dopo Sardegna con 8,3 e Liguria con 5.5. La media italiana è del 3,3.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui