lapugliativaccina.regione.puglia.it
aqp-sa-di-futuro

Approvata oggi, in giunta comunale, una delibera con la quale si autorizza il comodato d’uso e la locazione, in favore di Amiu Puglia S.p.A., dell’area comunale di circa 3.000 mq in Largo Mohamed Taher Pacha, attualmente destinata a parcheggio pubblico. Obiettivo, realizzare un nuovo deposito zonale con annesso Centro comunale di raccolta (C.C.R.), come previsto dalla vigente normativa.

L’individuazione di quest’area, a cura degli uffici comunali in collaborazione con Amiu Puglia, si è resa necessaria per far fronte alle esigenze dell’azienda che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti, con l’intento di offrire ai cittadini e ai dipendenti una struttura più funzionale, meglio fruibile e di più facile accesso per i residenti dei quartieri limitrofi. L’Amiu, infatti, oggi dispone di un deposito zonale ubicato in via Napoli, nel quale circa 90 unità lavorative impiegate per lo svolgimento dei servizi nei quartieri San Girolamo, Libertà e Murat fruiscono di apposti locali provvisori per le operazioni di vestizione e servizi igienici. Nella stessa area, concessa in locazione provvisoria, è stato allestito anche un centro di conferimento presso il quale i cittadini possono liberamente depositare rifiuti da raccolta differenziata. Tale struttura, però, non risulta idonea né in base alla normativa vigente né in relazione alle potenzialità di utilizzo da parte dei cittadini che hanno difficoltà di accesso a servizi di raccolta differenziata.

Pertanto, in questi mesi l’Amiu ha redatto un progetto per la realizzazione del deposito zonale con annesso Centro comunale di raccolta nell’area oggetto d’intervento di proprietà comunale, poi acquisito dal Comune che ne ha verificato l’idoneità secondo i requisiti previsti. L’area individuata versa attualmente in condizioni di degrado ed è sottoutilizzata rispetto alle previsioni, ed è pertanto adatta alla realizzazione di un intervento strutturale di notevole interesse per l’amministrazione e la collettività.

“La soluzione adottata con questo provvedimento credo presenti un duplice vantaggio per la collettività – ha spiegato l’assessore al Patrimonio Vito Lacoppola – ci consentirà infatti sia di valorizzare un’area comunale per tanti anni segnata dal degrado e da occupazioni abusive sia di offrire un servizio ai cittadini dei quartieri della fascia urbana costiera, da San Girolamo a Madonnella, con la realizzazione di un Centro comunale di raccolta in un’area che ne era sprovvista” – ha concluso. Parole a cui fanno eco quelle del presidente di Amiu Puglia, Sabino Persichella.

“L’idea di Amiu – – ha commentato – è quella di realizzare una sede operativa più vicina al territorio che permetta così di ridurre i tempi di spostamento degli operatori addetti alle attività, riducendo notevolmente anche l’impatto dei mezzi impiegati in termini di consumo di risorse e di emissioni inquinanti, e di offrire un Centro comunale di raccolta prossimo al centro cittadino per garantire un supporto alla raccolta domiciliare e stradale. In questo modo, realizzando una struttura complementare ai tradizionali servizi di raccolta differenziata, contiamo di poter incrementare le percentuali sul territorio comunale fornendo ai cittadini uno strumento ulteriore per la corretta raccolta dei rifiuti urbani. La nuova struttura, infatti, in linea con le altre analoghe presenti nel resto della città, consentirà ai cittadini di conferire liberamente, nelle fasce orarie di apertura del C.C.R., i rifiuti non conferibili nel cassonetto o domiciliarmente, quali i R.A.E.E., gli ingombranti, gli scarti delle potature, i R.U.P., che, in assenza di centri di raccolta, vengono depositati nell’indifferenziato o abbandonati sul territorio cittadino con conseguenze negative in termini di sicurezza, inquinamento e decoro” – ha concluso.

“Abbiamo individuato un’area per il nuovo Centro comunale di raccolta che sarà prezioso innanzitutto per i residenti dei quartieri San Cataldo, Villaggio Trieste, San Girolamo e Fesca, interessati da un sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta – ha dichiarato infine l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli – infatti, grazie al nuovo C.C.R., i residenti potranno gestire il conferimento degli imballaggi e dell’organico tutti i giorni, ad esclusione della domenica. Il prossimo passo sarà quello di estendere gli orari di apertura di questo e degli altri centri di raccolta per permettere anche a chi lavora di utilizzarli e di conferire ogni tipo di rifiuto domestico. Inoltre, con la realizzazione del nuovo deposito zonale, gli operatori dell’Amiu potranno disporre di spazi più adeguati alle loro esigenze” – ha concluso.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui