lapugliativaccina.regione.puglia.it
aqp-sa-di-futuro

Prende il via il 25 e 26 novembre alle 21 al Teatro Umberto Giordano, con lo spettacolo di e con Simone Cristicchi, “Alla ricerca della felicità”,  la stagione teatrale 2022/2023 del Comune di Foggia, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. I biglietti dello spettacolo saranno in vendita a partire dalle ore 10 del 23 Novembre.

L’attore, scrittore e cantautore romano, attraverso la filosofia, la meditazione e la fede, ci parla della bellezza, della vitalità, del tempo, del senso di appartenenza e di comunità, di musica e di storie. Un percorso in sette parole chiave – attenzione, lentezza, umiltà, cambiamento, memoria, talento, noi – in cui trovano spazio canzoni, aneddoti, racconti e interviste, che ci accompagna nella sorprendente scoperta del senso profondo di questa ricerca per ciascuno di noi.

La stagione prosegue poi il 10 dicembre e 11 dicembre con Federico Buffa e il suo “RivaDeAndrè Amici fragili” con la regia di Marco Caronna, in cui narra quello che sembra un incontro tra due mondi lontanissimi e invece, nel silenzio che caratterizza la prima parte della serata, scorrono i pensieri di due randagi che, in campi e in modo diversi, hanno sempre scelto di stare dalla parte degli altri randagi…

Subito dopo, il 17 dicembre il primo appuntamento fuori abbonamento con Teo Teocoli che in “Tutto Teo”, accompagnato dalla band Doctorbeat, ripercorre tutte le tappe fondamentali della sua lunghissima carriera attraverso un viaggio nella sua vita da show man tra cabaret e musica.  Il 2023 inizia presto. Il 14 e 15 gennaio arriva a Foggia Gioele Dix in “La corsa dietro il vento. Dino Buzzati o l’incanto del mondo”con Valentina Cardinali. Ambientato in una sorta di laboratorio letterario, a metà fra una tipografia e un magazzino della memoria, lo spettacolo attinge dal ricchissimo forziere di racconti del grande scrittore bellunese Buzzati e compone un mosaico di personaggi e vicende umane dove ognuno di noi può ritrovare tracce di sé.

La stagione prosegue il 28 e 29 gennaio con Carolina Rosi, Tony Laudadio, Andrea Cioffi in “Ditegli sempre di sì”, uno dei primi testi di Eduardo De Filippo con la regia di Roberto Andò: un’opera vivace, colorata il cui protagonista è un pazzo metodico con la mania della perfezione. Il 9 e 10 febbraio arrivano Elio Germano e Teho Teardo in “Paradiso XXXIII”, uno spettacolo divulgativo senza che niente sia spiegato. Dante Alighieri, nel 33esimo canto del Paradiso, si trova nell’impaccio dell’essere umano che prova a descrivere l’immenso, l’indicibile, prova a raccontare l’irraccontabile.

Il 18 e 19 febbraio arriva “Perfetta” con Geppi Cucciari l’ultimo esilarante monologo teatrale scritto da Mattia Torre, che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Una donna che conduce una vita regolare, scandita da abitudini che si ripetono ogni giorno, e che come tutti noi lotta nel mondo. “Perfetta” è la radiografia sociale ed emotiva, fisica, di ventotto comici e disperati giorni della sua vita.

E ancora, il 25 e 26 febbraio si torna a teatro con Lodo Guenzi, frontman de Lo Stato Sociale, con “Trappola per Topi”, commedia “gialla” di Agatha Christie andata in scena per la prima volta nel 1952 all’Ambassadors Theatre di Londra. A Canosa questo classico che da 70 anni viene portato in scena, arriverà nella traduzione e adattamento di Edoardo Erba per la regia di Giorgio Gallione. “Nonostante l’ambientazione d’epoca e tipicamente British, il racconto e la trama possono essere vissuti come contemporanei. I personaggi di Trappola nascono ovviamente nella loro epoca, ma siano vivi e rappresentabili oggi, perché i conflitti, le ferite esistenziali, i segreti che ognuno di loro esplicita o nasconde sono quelli dell’uomo contemporaneo, dell’io diviso, della pazzia inconsapevole” scrive lo stesso Gallione.

Il 4 e 5 marzo il pubblico potrà assistere a uno spettacolo su Elsa Schiaparelli una donna di grande talento, che ha rivoluzionato la moda conquistando Hollywood e suscitando sempre clamore e scandalo. Fu la prima stilista italiana a varcare i confini nazionali, forte della sua eccentrica personalità e del suo indiscusso talento. “Schiaparelli Life” vedrà in scena Nunzia Antonino e Marco Grossi con la regia di Carlo Bruni. Subito dopo, il 10 marzo il secondo appuntamento fuori abbonamento: “Minaccia Bionda” in cui Patty Pravo, grande interprete della canzone italiana, in piena libertà e nello stile che la contraddistingue, si racconta tra musica e parole con alcuni contributi video inediti con la sapiente voce di Pino Strabioli.

Si continua ancora il 18 e 19 marzo con la pluripremiata attrice Giuliana De Sio in “La signora del martedì” per la regia di Pierpaolo Sepe. Un testo nato dalla penna di Massimo Carlotto da cui è nato uno spettacolo intriso di sensualità, grazia e dolcezza, e arricchito da una tagliente ed elegante ironia che produce leggerezza e sorriso.

La stagione si chiude ad aprile con gli ultimi due appuntamenti con la danza in calendario: il 1° e 2 aprile ci saranno Anbeta Toromani, Alessandro Macario, Amilcar Moret Gonzalez in “Preludes” coreografia di Massimo Moricone: una struttura performativa aperta che, come suggerisce il titolo, prelude a una realizzazione imminente. Una forma in divenire, in continua mutazione che permette di raccogliere ed assemblare lavori sparsi, per l’occasione riadattati, ampliati o creati ex novo, tutti con la particolarità di una proiezione diretta della partitura musicale sulla struttura coreografica. Non solo di natura matematica, anzi principalmente di ispirazione ora sensoriale, ora autobiografica, o di sfida alle categorie di tempo e spazio. O di tutte queste possibilità insieme.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui