GIOVEDì, 22 FEBBRAIO 2024
71,163 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
71,163 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

La truffa del “romance scam” sui social network. La polizia postale: “Non fidatevi di chi vi chiede soldi”

Pubblicato da: redazione | Sab, 26 Novembre 2022 - 11:00

Si chiama  “Romance scam” (truffa sentimentale) ed è un fenomeno in crescita che colpisce principalmente le donne. Si tratta di uno dei raggiri più dolorosi per la vittima, perché coinvolge la sfera sentimentale della persona. La vittima, infatti, viene manipolata sotto il profilo psicologico e, oltre a subire un danno economico, ne subisce uno sul piano emotivo.

In generale, i truffatori contattano la vittima sui social network o per email, attraverso profili fake di uomini molto attraenti che si presentano come imprenditori o militari in servizio in Paesi di guerra, o comunque come uomini d’affari che ricoprono incarichi di prestigio. Dopo aver instaurato un primo contatto, il truffatore inizia la fase del corteggiamento allo scopo di guadagnarsi la fiducia della vittima.

Per rendere ancora più forte il legame e mantenere vivo il rapporto, induce la vittima a credere che un giorno si incontreranno e riusciranno a sposarsi. Vengono così alimentate false speranze che in realtà non si concretizzeranno mai.

Dopo aver conquistato definitivamente la sua fiducia, il truffatore inizia a richiedere aiuti economici per far fronte a riferite situazioni di difficoltà sopravvenuta, come ad esempio spese legali o mediche. A volte, viene richiesto di versare somme di denaro a favore di fantomatiche associazioni benefiche.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni raccomanda di:

•           Controllare su un comune motore di ricerca che il nome delle persone che ci richiedono questo particolare tipo di attenzioni, non sia stato già segnalato da altri utenti;

•           Non inviare denaro a soggetti conosciuti online o per telefono senza averli mai incontrati di persona;

•           Porre attenzione al linguaggio che viene adoperato: a volte questi falsi corteggiatori potrebbero utilizzare un italiano sgrammaticato;

•           Non vergognarsi e parlare con persone di fiducia per confrontarsi su ciò che sta accadendo;

•           Denunciare l’accaduto, astenendosi in ogni caso dal pagare qualsiasi somma di denaro.

“Se promette di incontrati di persona ma poi trova sempre una buona scusa per non farlo e continua a chiederti l’invio di denaro, hai buone ragioni per avere dei sospetti”, precisa la polizia postale.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Bari, dopo l’addio della Giustizia resta...

A gennaio del 2019, il palazzo di via Nazariantz è stato...
- 22 Febbraio 2024

Bari, incidente in corso Benedetto Croce:...

Incidente questa sera in corso Benedetto Croce ad angolo con via...
- 21 Febbraio 2024

Bari, al Mater Dei intervento a...

Al Mater Dei Hospital di Bari il primo intervento al mondo...
- 21 Febbraio 2024

Famiglie a teatro, gli appuntamenti del...

Una performance tra parole e danza firmata Roberto Zappalà e un magico...
- 21 Febbraio 2024