lapugliativaccina.regione.puglia.it

C’è solo la Pikyrent tra le compagnie che hanno avviato al servizio del car sharing a Bari, per le altre bisognerà aspettare il 2023. Più nello specifico, la partenza, per le altre società partecipanti all’avviso è prevista per marzo 2023. La causa è da ricondurre, secondo quanto sottolineato dalle stesse, a problemi relativi all’approvvigionamento.

Si tratta in particolare di Reby Italia (per cui si attendono 100 scooter), Bit Mobility S.r.l. (30 auto e 75 scooter) e Smart Venture S.r.l. (100 scooter). Attualmente, sono 31 gli autoveicoli in circolazione: 20 iniziali più i 12 aggiunti nella fase successiva, fatta eccezione per un mezzo, quello che si è incendiato.

“Al momento – ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso – non è stata ancora presentata la richiesta degli ulteriori 19 per arrivare alla flotta completa, che era di 50. Pertanto, verosimilmente, non hanno ancora data di fornitura. Gli altri tre operatori che si sono aggiudicati il servizio di scooter sharing di car sharing hanno chiesto il rinvio all’anno prossimo perché hanno problemi di approvvigionamento delle flotte disponibili. Allo stato attuale la previsione è di marzo 2023” – ha concluso.

 Foto repertorio

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui