lapugliativaccina.regione.puglia.it

Continua la tradizione negativa del Bari a Palermo. I biancorossi devono arrendersi ai rosanero al termine di una partita che sembrava essere alla portata dei galletti. Dopo un primo tempo equilibrato, la ripresa è stata di marca biancorossa. Ma la squadra di Mignani non è riuscita a trovare la via della rete e il Palermo ne ha approfittato, trovando un gol tanto fortunoso quanto prezioso con Marconi. Nel finale, grave ingenuità di Cheddira che colpisce Saric con una gomitata, bloccando di fatto lo slancio offensivo della sua squadra. Bari che non esce ridimensionato dalla serata siciliana, ma la sconfitta del Barbera potrebbe rivelarsi salutare per tutto l’ambiente biancorosso. E ora palla alla società: la squadra va rinforzata e non indebolita.

SCELTE INIZIALI: Dopo la scorpacciata di gol contro il Parma, il Bari torna in campo per la seconda giornata del girone di ritorno. Avversario di turno, il Palermo di Eugenio Corini. Sono 25 i calciatori convocati dal tecnico Mignani: tutti a disposizione tranne Bosisio e Galano, ormai vicini all’addio e non convocati per affaticamento muscolare. Indisponibile anche Scheidler fermato da un attacco influenzale.

Mignani conferma in blocco la formazione che ha ben figurato contro il Parma. In attacco c’è Ceter al fianco di Cheddira con Folorunsho trequartista.

Nel Palermo, il tecnico Eugenio Corini non può contare sul lungodegente Salvatore Elia. Assenti anche Leo Stulac e Alessio Buttaro, ai box così come Claudio Gomes e Luca Vido. I rosanero si schierano col 4-3-3 con Brunori terminale offensivo.

PRIMO TEMPO: Avvio di marca biancorossa con la squadra di Mignani che cerca subito di fare la partita. Prima chance al minuto 4 con Mazzotta che serve Ceter, ma il tocco ravvicinato del colombiano viene messo in corner da Pigliacelli. Primo squillo del Palermo al minuto 10 con un tiro di Sala deviato in angolo da Dorval. Sugli sviluppi, la palla arriva a Damiani, ma il suo tiro finisce in curva. Si rivede il Bari in area rosanero al minuto 23: Cheddira serve Folorunsho, ma il pallonetto dell’ex Reggina termina alto. Prima grande chance del match al minuto 35: è Brunori a sfiorare la rete con una conclusione a pochi metri da Caprile che è bravo a respingere in corner. Ci prova Ceter in acrobazia al minuto 40 ma con poca fortuna. Contropiede Palermo al minuto 41 ma il tiro di Brunori finisce alto. Bari ad un passo dalla rete del vantaggio al minuto 42 con Ceter che approfitta di un malinteso tra Pigliacelli e Mateju, ma il suo tocco termina a pochi centimetri dal palo. Doppia chance per i rosanero al minuto 44 ma prima Caprile, poi Maiello si oppongono alle conclusioni degli avanti siciliani. Termina così la prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO: La ripresa si apre con un cambio per il Bari: Salcedo prende il posto di Ceter. Giocata acrobatica dei biancorossi al minuto 46 con Mazzotta che calcia forte in area, la palla giunge a Folorunsho che tenta una rovesciata, ma la sfera termina sopra la porta di Pigliacelli. Spunto di Salcedo al minuto 55 ma la conclusione dell’ex Inter risulta troppo debole e Pigliacelli blocca in due tempi. Si fa vivo Cheddira al minuto 57 ma il suo tiro è preda del portiere rosanero. Cheddira che si divora la rete del vantaggio al minuto 58: a tu per tu con Pigliacelli, l’italomarocchino spara addosso all’estremo difensore siciliano. Replica di Brunori al minuto 60 ma il tentativo del capitano palermitano è bloccato senza troppi patemi da Caprile. Cambi per il Bari al minuto 66 : fuori Maita e Dorval dentro Mallamo e Pucino. Al minuto 78 Mignani decide di gettare nella mischia Ruben Botta al posto di un esausto Folorunsho. All’argentino basta un minuto per mettersi in evidenza: dribbling e tiro che finisce alto. Ma è il Palermo a passare in vantaggio al minuto 82 con Marconi che approfitta di una carambola su Maiello e mette alle spalle di Caprile. Mignani si gioca anche la carta Antenucci che prende il posto di Maiello. Bari che resta in dieci al minuto 90: Cheddira colpisce Saric con una gomitata. Per l’arbitro non ci sono dubbi: è cartellino rosso. Il Palermo chiude tutti gli spazi e la gara termina senza altri sussulti. Palermo batte Bari 1-0.

PAGELLE: Serata da incubo per Cheddira. Ceter e Salcedo non pungono

Caprile 6, Dorval 6 (65′ Pucino 6), Di Cesare 6,5, Vicari 6,5, Mazzotta 6, Maita 6,5 (65′ Mallamo 5,5), Maiello 5,5 (Antenucci sv) , Benedetti 5,5, Folorunsho 6 (78′ Botta 6), Cheddira 4, Ceter 6 (45′ Salcedo 6) .

Mignani 6

TABELLINO: 1 – 0

MARCATORI: 82′ Marconi

FORMAZIONI INIZIALI:

PALERMO (4-3-3): Pigliacelli, Sala, Segre, Brunori (c), Di Mariano, Marconi, Nedelcearu, Damiani, Saric, Valente, Mateju.

Panchina: Grotta, Massolo, Orihuela, Tutino, Broh, Soleri, Bettella, Lancini

BARI (4-3-2-1): Caprile, Dorval, Di Cesare (c), Vicari, Mazzotta, Maita, Maiello, Benedetti, Folorunsho, Cheddira, Ceter.

Panchina: Frattali, Polverino, Antenucci, Botta, Salcedo, Terranova, Zuzek, Pucino, Ricci, Lops, Bellomo, Mallamo

SQUADRA ARBITRALE:

Arbitro: Luca Massimi della sezione di Termoli. Assistenti: Davide Moro della sezione di Schio e Marco Cecconi della sezione Lovere.

Quarto ufficiale: Paride Tremolada della sezione di Monza. VAR: Gianluca Aureliano (Bologna). AVAR: Daniele Perenzoni (Rovereto).

Ammoniti: Maita, Damiani, Saric, Mazzotta, Benedetti.

Espulsi: Cheddira

Angoli: 10 – 2

Spettatori: Abbonamenti 11.465. Biglietti 4.282. Totale presenze 15.747

(Foto ssc Bari)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui