VENERDì, 24 MAGGIO 2024
73,393 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
73,393 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Altamura, l’ambulatorio di Sclerosi multipla ottiene la certificazione

Il Centro Sclerosi Multipla di Altamura attualmente ha in carico 300 pazienti provenienti principalmente dal Barese

Pubblicato da: redazione | Lun, 18 Settembre 2023 - 17:52
- PUBBLICITÀ LEGALE -
bari.aci.it"

Qualità delle cure, standard di assistenza elevati, percorsi chiari e codificati al servizio dei pazienti affetti da Sclerosi Multipla. C’è tutto questo nella Certificazione di qualità ISO 9001:2015, attualmente unica tra le realtà pugliesi, per il Percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale (PDTA) dedicato al paziente con Sclerosi Multipla ottenuta dall’Ambulatorio Sclerosi Multipla della Neurologia dell’Ospedale della Murgia di Altamura. Alla consegna, stamane, sono intervenuti il Direttore amministrativo ASL Bari, Luigi Fruscio, la Direttrice medica di presidio, Annalisa Altomare, il Direttore U.O.C. Neurologia, Bonaventura Ardito, e i rappresentanti della Società OPT e dell’Ente di Certificazione CSQA.

La certificazione di Qualità ISO 9001 suggella un percorso di formazione sul campo, che ha visto la partecipazione dell’intero gruppo multidisciplinare Sclerosi Multipla, coordinato dal Direttore della UOC di Neurologia, nella definizione del percorso di patologia secondo le più recenti Linee Guida, letteratura scientifica e normativa di settore.

«L’ottenimento della certificazione ISO 9001 – ha sottolineato il Direttore amministrativo Fruscio – rappresenta per il Centro Sclerosi Multipla non solo un prestigioso traguardo ma anche l’avvio di un ciclo virtuoso di miglioramento continuo degli standard di qualità. L’Ambulatorio diviene un riferimento ancora più forte ed in grado di offrire risposte adeguate a centinaia di pazienti con una malattia che ha un peso sanitario e sociale rilevante, proprio perché con essa si deve convivere durante tutta la vita. Per questo è necessario offrire percorsi di diagnosi, terapia e assistenza all’altezza delle esigenze di persone che, anche dalla giovane età, avranno a che fare con la patologia e con i suoi effetti».

Il Centro Sclerosi Multipla di Altamura attualmente ha in carico 300 pazienti provenienti principalmente dal Barese, area Alta Murgia, e dal Materano ma anche dalle altre province pugliesi e da Potenza. In esso vengono effettuate 25-30 prime nuove diagnosi l’anno (95% in day service e 5% in ricovero ordinario), con una media di 4 day service diagnostici mensili e 30 day service di follow-up e per terapie infusionali mensili. Circa il 60% dei pazienti esegue presso il Centro il controllo periodico degli esami di laboratorio e, dal 2022, a tutti i pazienti viene offerta la consulenza personalizzata da parte di dietiste dedicate e l’approccio neuropsicologico di sostegno in presenza di problematiche specifiche. Numeri significativi se si pensa che ogni anno, in Italia, vengono diagnosticati 3.600 nuovi casi, di cui 230-250 nella sola Regione Puglia e che il Centro di Altamura, avviato nel 2016, è l’unico con Certificazione di qualità ISO 9001 tra le 13 strutture pugliesi dedicate alla Sclerosi Multipla.

«La Sclerosi Multipla è una malattia complessa – ha chiarito il dott. Ardito – perché all’inizio presenta pochissime problematiche in termini di sintomi e di disabilità, poi via via peggiora, fino alla forma più grave con rilevanti disabilità. La patologia ricomprende tanti quadri, sia clinici sia assistenziali, perciò è un grande vantaggio per il cittadino/utente potersi rivolgere ad un centro certificato che dà garanzia di essere curati in una struttura in grado di misurare continuamente l’efficienza e l’efficacia dei servizi erogati, dove la qualità dell’assistenza sanitaria offerta passa attraverso la definizione di percorsi clinici, di protocolli diagnostici e terapeutici basati su linee guida nazionali ed internazionali. La nostra, inoltre, è una struttura in cui esiste il controllo sistematico delle apparecchiature, la gestione degli approvvigionamenti, la formulazione di attività formative e di piani di miglioramento ed infine l’adozione di verifiche periodiche interne come strumento di autovalutazione. Si tratta di percorsi che coinvolgono un team multidisciplinare che comprende non solo i neurologi, ma anche neuropsicologi, dietisti e infermieri dedicati, nonché gli altri specialisti dell’Ospedale».

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Bari, sparatoria al San Paolo: gambizzato...

Colpi di arma da fuoco nel tardo pomeriggio di oggi in...
- 24 Maggio 2024

Giovinazzo, torna “Porto Rubino”: tra gli...

Dopo il grande successo dell’anno scorso, torna a Giovinazzo ‘ Porto Rubino’,...
- 24 Maggio 2024

Salvata la categoria, il Bari deve...

Il Bari salva la categoria (e la faccia) nell'ultimo atto della...
- 24 Maggio 2024

Giornata nazionale del Sollievo, le iniziative

Domenica 26 maggio si attivano più di cento iniziative nelle Regioni...
- 24 Maggio 2024