MERCOLEDì, 21 FEBBRAIO 2024
71,150 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
71,150 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Barletta, scaricava rifiuti non autorizzati: denunciato trasportatore

Sequestrata discarica abusiva e automezzo

Pubblicato da: redazione | Lun, 16 Ottobre 2023 - 09:13

Nel corso del diuturno servizio di controllo economico del territorio, i Finanzieri della Compagnia di Andria hanno individuato un automezzo pesante carico di materiale edilizio di risulta presso un’area di circa 11 mila metri quadri, completamente satura di rifiuti di analoga tipologia.

In particolare, le Fiamme Gialle, notavano un autotrasportatore alla periferia della città che alla vista della pattuglia automontata con colori di istituto, arrestava bruscamente la manovra di ingresso nell’area rurale, rientrando sull’asse stradale.

I militari, insospettiti dalla circostanza, decidevano di appostarsi in modo occulto poco distante, notando, dopo alcune ore, il medesimo autocarro accedere alla stessa strada di campagna che conduce all’area adibita a discarica a cielo aperto di laterizi e altri rifiuti derivanti da demolizioni edilizie, scoperta dagli stessi finanzieri durante una perlustrazione eseguita sul posto.

Il tempestivo intervento eseguito mentre il mezzo pesante era intento a scaricare le macerie, permetteva di impedire l’illecito sversamento, identificare il conducente e sequestrare il mezzo di trasporto, in flagranza di reato. Il terreno veniva successivamente circoscritto e sottoposto a sequestro per le violazioni al Testo Unico Ambiente, mentre il trasportatore e il proprietario del fondo venivano denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Trani. Per i medesimi, vale la presunzione di innocenza fino ad eventuale condanna definitiva.

Sono tuttora in fase di accertamento i risvolti fiscali derivanti dalle condotte illecite precedentemente descritte, per la tassazione dei proventi derivanti da reato ed il calcolo della c.d. “ecotassa”, un tributo sotteso a finalità ambientali a favore delle Regioni, per il riciclo e lo smaltimento alternativo dei rifiuti, nonché per le bonifiche e i ripristini delle aree inquinate.

L’attività di servizio in parola, oltre ad evidenziare il costante monitoraggio economico del territorio, testimonia la trasversalità delle operazioni di polizia economico finanziarie espletate dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Andria.

L’illecito smaltimento di rifiuti in aree non autorizzate, oltre a deturpare gravemente lo splendido territorio della BAT, provocando contaminazioni talvolta irreversibili, determina l’evasione fiscale dei tributi regionali e costituisce una condotta sleale nei confronti delle imprese operanti lecitamente nel settore del trattamento dei rifiuti, che sostengono costi particolarmente onerosi per perseguire la transizione ecologica, ossia una delle prerogative del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Bari, arrivata al porto la Geo...

È arrivata al porto di Bari la nave di Medici Senza...
- 21 Febbraio 2024

Fine mercato tutelato a luglio, ma...

La fine del mercato tutelato si avvicina: a partire dal primo...
- 21 Febbraio 2024

Tragedia sulla pista Porsche in Salento,...

Un driver dipendente di una ditta esterna, Mattia Ottaviano, di 36...
- 21 Febbraio 2024

Bari, polemiche sul ‘Nodo verde’: “Non...

Carla Tedesco, ex assessore all'urbanistica non usa mezzi termini per dire...
- 21 Febbraio 2024