MARTEDì, 23 LUGLIO 2024
74,725 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
74,725 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Bari, Michele Laforgia pronto per la corsa a sindaco

Si è dimesso da presidente dell'associazione Giusta Causa: "Se devo fare il candidato, lo sarò delle forze politiche"

Pubblicato da: redazione | Sab, 18 Novembre 2023 - 15:27
- PUBBLICITÀ LEGALE -
aqp.it"

“Mi dimetto da presidente della Giusta Causa. Se devo fare il candidato, lo sarò non dell’associazione ma delle forze politiche, dei movimenti, delle associazioni e spero domani di tutta la coalizione del centrosinistra. Essere al servizio è anche fare un passo indietro per fare un passo in avanti”. Lo ha dichiarato Michele Laforgia a margine dell’intervento tenutosi in occasione dell’assemblea dell’associazione, riunitasi nella sede di corso Vittorio Emanuele.

“Ho già detto di essere al servizio della convenzione, della coalizione, del centrosinistra. Qualcuno non mi vuole – ha detto – perché non corrispondo alla sua idea di sindaco, ma dovrebbe spiegare perché. Apriamo una discussione. Dobbiamo insistere, non so se saremo capaci di tenere unita la coalizione, ma penso che dobbiamo fare tutti gli sforzi possibili per farlo, confrontandoci nel merito”. Laforgia ha aperto l’intervento con una rievocazione dell’occupazione della Snia Viscosa di settant’anni fa e, in particolare, con una citazione dell’allora sindaco democristiano di Firenze, Giorgio La Pira che a quegli operai portò il suo sostegno: “Qui c’è da salvare qualcosa di saldo: la fiducia nella democrazia, fiducia non affidata solo alle leggi elettorali, quanto alla reale capacità di risolvere i veri problemi degli uomini: lavoro e casa”.

“Non abbiamo bisogno di un capo, di un leader, di un grande comandante, – ha proseguito Laforgia – ma di qualcuno che sappia di dover rappresentare gli altri, che alla fine è il compito della politica. La prima sensazione che ho provato e sto provando in questi giorni è l’inadeguatezza, che, come la vergogna, è un sentimento rivoluzionario. Stiamo vivendo una
stagione nella quale si fa a gara per sembrare tutti capaci di fare e comprendere tutto. Penso, al contrario, che la prima cosa da cui bisognerebbe partire è la consapevolezza dei propri limiti. Penso che questa consapevolezza sia venuta a mancare nel corso della parabola del centrosinistra degli ultimi vent’anni. Una grande città, come Bari, non deve essere solo amministrata ma governata, cambiata, bisogna pensare al suo futuro. Partendo da quello che è stato fatto, perché
in questi venti anni la città è sicuramente cambiata in meglio, ma andando avanti, senza diventare una città di spettatori e turisti. Non basta vincere le elezioni se non vinciamo per gli altri, per quelli che non corrono, che non stanno con noi, che neanche ci guardano: siamo noi che dobbiamo guardare loro” – ha concluso parlando poi di temi come il Pnrr evidenziando che “forse con quei soldi avremmo potuto fare una battaglia per l’uguaglianza, contro le ingiustizie, per riunire il Paese, invece abbiamo pensato solo a come spenderli altrimenti li perdiamo”, ma anche la sicurezza sottolineando che il “governo sta dando risposte, tutte sbagliate, sulla base di un’ideologia precisa: più armi, più carcere, più reati. Invece quei soldi avremmo potuto spenderli facendo scuole, università, teatri, cinema, case. Basterebbe un manuale di criminologia per sapere che per ridurre i tassi di criminalità urbana un giardino e il risanamento di un quartiere valgono molto di più di un’altra prigione” – ha concluso.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Case a Bari, crescono ancora prezzi....

Il mercato immobiliare pugliese e la città di Bari mostrano segnali...
- 23 Luglio 2024

Scoperti mentre si scambiano droga sul...

Sequestro di hashish e arresto di due ventenni italiani sul lungomare...
- 22 Luglio 2024

Bari, raccolta fondi online per il...

C'è una raccolta fondi in corso dopo l'incendio divampato al Policlinico...
- 22 Luglio 2024

La Xylella e la guerra della...

Ad oggi la Regione Puglia ha impegnato 181 milioni di euro...
- 22 Luglio 2024