GIOVEDì, 22 FEBBRAIO 2024
71,163 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
71,163 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Abusi su minori online, 10 arresti: anche in Puglia

Coinvolti anche medici e appartenenti alle forze armate

Pubblicato da: redazione | Gio, 23 Novembre 2023 - 17:48

Sono in totale 10 gli arresti effettuati dalla Polizia, che, coordinata dalla Procura di Milano, ha smantellato un’associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento e all’abuso di minori online. Ventinove le persone identificate dal Centro operativo perla sicurezza cibernetica della Postale milanese, tra questi anche due appartenenti alle forze armate in servizio nel Lazio e due medici che esercitano in Veneto e in Emilia Romagna.

Tra gli indagati, spiega la polizia “vi sono persone di estrazione sociale ed età molto eterogenee. Affermati professionisti, operai, studenti, pensionati, impiegati privati e pubblici e diversi disoccupati, con età tra i 19 e i 69 anni”. I dieci arrestati erano in possesso di ingente quantitativo materiale pedopornografico, tra loro residenti a Milano, Rovigo, Imperia, ma anche Busto Arsizio, Martinengo, Vicenza, Torre Annunziata, Parma e Taranto. Sono stati oltre 150 gli uomini della polizia impegnati nelle operazioni incaricati di effettuare le perquisizioni e gli arresti in tutta Italia dopo un’indagine effettuata sotto copertura durata oltre un anno che ha consentito agli investigatori del COSC, della Polizia Postale di Milano, di dare un nome e un volto ai nickname utilizzati dagli indagati con l’obiettivo di restare anonimi in rete.

Questi ultimi, sfruttando le potenzialità della piattaforma di messaggistica istantanea Telegram, partecipavano a gruppi e canali finalizzati alla produzione di condivisione di foto e video ritraenti violenze sessuali su minori, bambini, bambine e in alcuni casi anche neonati. Avevano creato una vera e propria rete all’interno di un gruppo Telegram, con severe regole per preservare l’anonimato. Ognuno aveva compiti e ruoli ben precisi, tra cui promozione e organizzazione che di fatto costituivano una vera e propria associazione a delinquere.

Foto repertorio

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Bari, dopo l’addio della Giustizia resta...

A gennaio del 2019, il palazzo di via Nazariantz è stato...
- 22 Febbraio 2024

Bari, incidente in corso Benedetto Croce:...

Incidente questa sera in corso Benedetto Croce ad angolo con via...
- 21 Febbraio 2024

Bari, al Mater Dei intervento a...

Al Mater Dei Hospital di Bari il primo intervento al mondo...
- 21 Febbraio 2024

Famiglie a teatro, gli appuntamenti del...

Una performance tra parole e danza firmata Roberto Zappalà e un magico...
- 21 Febbraio 2024