Ave, Cesare di Joel ed Ethan Coen – Recensione

1318

Cabtutela.it

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=LWb0JYHCtVs[/youtube]

\r\n

Ave, Cesare è il tributo dei fratelli Coen (registi, produttori e sceneggiatori del film) al mondo del cinema. Un film sul cinema stesso, su quella macchina crea sogni, potentissima e spietata che è Hollywood.

\r\n

Eppure, i Coen un film su Hollywood e sulla difficoltà di scrivere per l’industria cinematografica lo avevano già fatto, e Barton Fink, possiede tutto ciò che Ave, Cesare non ha.

\r\n

Ma andiamo per ordine, abbiamo detto che Ave, Cesare è un tributo; il film omaggia il cinema e la produzione hollywoodiana degli anni ’50 in maniera patinata e manierista. Il sipario si apre su quello che vuole essere una rivisitazione fedele ma attuale, o meglio un’imitazione artificiosa, del cinema di quegli anni.\r\nA farci da Cicerone tra un set e l’ altro, in mezzo a vicende paradossali, è uno degli attori feticcio dei Coen, Josh Brolin nelle vesti del produttore tuttofare e risolvi problemi (“fixer”).

\r\n

Il film si barcamena infatti tra svariate citazioni cinematografiche (Frances McDormand che fa bruciature di sigaretta sulla pellicola è una personale favorita), tra una performance attoriale e l’altra; George Clooney, altro regular della filmografia dei Coen, è la macchietta sprovveduta, Scarlett Johansson la diva problematica, Channing Tatum il ballerino di Tip Tap tutto muscoli. Tutto nello stile è omaggio, dalle prospettive centrali alla fotografia iconica, dalla plasticità della recitazione alla scelta dei set.

\r\n

Una sorta di operazione nostalgica percorre l’intera pellicola, pervasa, però, a tratti, da spunti di critica. Nonostante ci venga presentata l’età d’oro (Golden Age) di Hollywood, il ritratto fatto dai Coen dell’epoca è infatti piuttosto decadente.\r\nNella critica dei Coen non c’è, però, malizia, solo uno scrutare ingenuo che guarda al cinema, immutabile e maestoso mezzo, con una certa rassegnazione serena. Guardare i Coen parlare di Hollywood è, quindi, come assistere ad una sorta di safari nella savana. Uno spettacolo artefatto, per il gusto dello spettatore, in cui la bellezza e la grandiosità di quello che sta avvenendo ne anestetizza l’amoralità.

\r\n

Tuttavia, da questa loro ultima fatica filmica, i Coen vengono fuori come vincitori stanchi, predatori ammaestrati di un mondo finto e vanesio fatto di lustrini e ripetizioni. A sua volta, lo spettatore che esce dal cinema è divertito, intontito, distratto, ma non del tutto soddisfatto. Perché, proprio come agli spettacoli dei gladiatori, i Coen propongono come un intermezzo vivace ma che in nulla si avvicina ai picchi della loro attività artistica.

\r\n

Dicevamo prima di Barton Fink; dimentichiamoci il suo tormento interiore. Ma anche allontaniamoci dall’epopea tragi-comica dei perdenti di Fargo o Il Grande Lebowski. Il tono può essere lo stesso, leggero, scanzonato, caricaturale, ma la verità è che al cuore di quelle opere c’erano anti-eroi tragici. Senza la controparte drammatica questa commedia dei Coen risulta, invece, sterile, un eccesso stilistico inutile. Senza il ritmo dato dal dramma, il film non suscita nessuna discussione. Solo pacata accettazione e qualche sorriso di fronte allo spettacolo vano, tronfio e trito che è, purtroppo anche stavolta, Hollywood.

\r\n

[table sort=”desc”]\r\nTitolo,Ave Cesare\r\nRegia,Joel Coen – Ethan Coen\r\nSceneggiatura,Joel Coen – Ethan Coen\r\nCast,Josh Brolin – George Clooney – Alden Ehrenreich – Ralph Fiennes – Scarlett Johansson – Tilda Swinton – Frances McDormand – Channing Tatum – Jonah Hill\r\nGenere,Commedia\r\nDurata,106 minuti\r\nData di Uscita,17 marzo 2016\r\n[/table]

ULTIME RECENSIONI

“Si vive una volta sola”: Carlo Verdone presenta il suo ultimo film, girato interamente...

Nove settimane di lavorazione nella calda estate 2019, in cui sono state coinvolte diverse località del Salento (Otranto, Castro, Diso, Santa Cesarea Terme, Melendugno,...

Bari su Netflix con Sophia Loren: arriva “La vita davanti a sé”

L'annuncio è stato dato da Netflix. L'ultimo film di Sophia Loren, girato a  Bari la scorsa estate,  “La vita davanti a sé” diretto dal...

“Tolo tolo” perde la prima posizione: boom di incassi per “Me contro te”

"Me contro Te" il film degli youtuber Sofì e Luì, amatissimi tra i bambini, ha superato domenica 19 gennaio "Tolo Tolo" di Checco Zalone....

Incasso record per il nuovo film di Zalone: 8,6 milioni di euro in un...

Nuovo record nel cinema italiano per l'ultimo film di Checco Zalone alias  Luca Medici: secondo i dati diffusi nella notte da Cinetel, Tolo Tolo ha superato di...

Il primo gennaio esce “Tolo Tolo”: Checco Zalone presenta il suo nuovo singolo “Immigrato”...

Uscirà il primo gennaio Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone. Oggi il cantante e attore pugliese ha pubblicato il suo nuovo singolo...

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui