Un nastro rosso indossato dalle donne per protestare contro l’uso della ghigliottina. Un fiocco nero per marchiare una prostituta. Ricoperto di brillanti per nascondere una cicatrice “reale”. Eterno nei dipinti di Manet e Degas. Iconico negli anni ’90. I Choker, ovvero i collarini, sono tornati più forti che mai!\r\nI collarini hanno fatto impazzire Brenda Walsh in 90210. Chiunque abbia comprato un “Cioè” ne ha avuto uno. Anche nel sacchetto delle patatine potevi trovarli! Quei girocolli di plastica a mo’ di finti tatoo hanno segnato un’intera generazione! E ora sgomitano per tornare in auge. Le passerelle di tutto il mondo li hanno rivisitati in ogni chiave, le celebrities e le fashion blogger non escono più senza. Dai girocolli di diamanti di Rihanna, ai nastrini neri di Chiara Ferragni, sono diventati un must have a cui non si può rinunciare. Veri e propri gioielli che dal diciannovesimo secolo continuano ad esaltare una delle parti più sensuali del corpo femminile. Per le grandi occasioni, girocolli impreziositi da gemme, diamanti, o completamente laccati in oro, come insegnano Dior e Balmain. Fiocchi di velluto per abiti scollati in pizzo e seta. Collarini con mini pendenti per un look più vintage, da abbinare a giacche di jeans, maxi bomber e t-shirt bianca. Per le più coraggiose, fascette in plastica in vero stile Christopher Kane (troppo coraggio forse).\r\nPerciò ladies, che vi piaccia o no, i choker sono rinati! Ora sta a voi! Vi farete prendere per la gola?\r\n\r\n

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here