Cabtutela.it
acipocket.it

In data 30 maggio u.s. presso la Sede dell’Associazione S.A.S.S. Servizi Ausiliari per la Sicurezza Stradale e Sociale – Comando Provinciale di Bari si è tenuta la manifestazione sul Progetto “GUIDA SICURA”.\r\n\r\nUn’importante iniziativa rivolta ai giovani della Città di Bitonto informandoli e sensibilizzandoli sul tema della guida sicura, dell’abuso di sostanze psicoattive, del bullismo e dell’intolleranza che hanno più di un punto in comune con il tema della guida sicura e finiscono spesso con l’essere al centro della cronaca. Purtroppo i dati sulla mortalità giovanile a causa degli incidenti stradali sono drammatici e le ragioni sono le più svariate: guidano motorini o macchine truccate per aumentarne la velocità in stato di sballo, violano sfrontatamente le regole del codice della strada facendo crescere costantemente il numero di infrazioni e di comportamenti a rischio sulla strada. Vedasi anche l’aumento del fenomeno delle gare di velocità, naturalmente clandestine, in cui si corre contromano oppure si lancia il mezzo contro un muro per vedere chi riesce a frenare per ultimo.\r\n\r\nLa sfida al pericolo, l’incoscienza, l’immaturità, la ricerca di emozioni estreme – insieme ad un’insufficiente formazione alla sicurezza sulla strada – sono fonti di incidenti seriali, anche mortali, che mettono in pericolo l’incolumità dei ragazzi e di chi si trova sul loro cammino. La forte necessità di una formazione-informazione per quanto riguarda il tema della sicurezza stradale ha quindi portato allo studio e alla pianificazione del programma “GUIDA SICURA” svoltosi il 30 maggio u.s.\r\n\r\nIl progetto “educativo” è stato promosso dall’ Associazione S.A.S.S. PUGLIA (Servizi Ausiliari per la Sicurezza Stradale e Sociale – Comando Provinciale di Bari) e dalla Presidenza Nazionale del S.A.S.S. con il Patrocinio del Presidente del Consiglio Regionale della Puglia


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui