Cabtutela.it
acipocket.it

La Scuola Open Source apre il sipario e si presenta con una conferenza stampa in programma martedì 19 luglio, alle 11, nella sua sede all’Isolato 47 (Strada Lamberti 13, Città vecchia).\r\n\r\nGrazie alla sua formula e visione – tra innovazione sociale, ricerca e didattica – la Scuola Open Source è l’unico progetto del Sud Italia ad essersi aggiudicato uno dei tre premi del bando Che-Fare per le migliori idee di innovazione sociale e culturale, fra 700 progetti da tutta Italia.\r\n\r\nA illustrare genesi e assi di lavoro della start up barese sarà la presidente Lucilla Fiorentino, mentre il direttore didattico e vicepresidente Alessandro Tartaglia e il direttore scientifico Alessandro Balena presenteranno lo start con il triplice laboratorio di coprogettazione XYZ, che porterà a Bari 24 docenti e tutor dall’Italia e dall’estero e 60 partecipanti. Interverranno l’assessore alle Culture del Comune di Bari, Silvio Maselli e il rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio (entrambi enti partner della Scuola).\r\n\r\nAl termine, giro per la stampa nella vicina Sala Murat, in cui saranno in corso i laboratori XYZ.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui