Cresce l’interesse oltreoceano per i progetti energetici “smart” a Bari, come le reti in grado di gestire energia elettrica da fonti rinnovabili. Una delegazione di esperti del settore energia proveniente dal Giappone è arrivata questa mattina a Bari per visionare le iniziative della società Enel che saranno lanciate sul territorio pugliese.

\r\n

Il gruppo, formato da rappresentanti dell’Università di Tokyo, del Mitsubishi Research Institute, della Kansai Electric Power Company e della Tepco Electric Power Company, è stato ospitato nello showroom Res Novae della sede Enel di Bari in via Capruzzi. I funzionari di Enel gli hanno mostrato il progetto “Puglia Active Network”: un’iniziativa lanciata nel mese di aprile dello scorso anno, con il sostegno dalla Comunità europea e del ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare, che garantisce la gestione di energia elettrica prodotta con fonti rinnovabili attraverso una serie di funzioni intelligenti. Il progetto garantisce anche la riduzione degli sprechi energetici e zero emissioni nocive per l’ambiente. In Puglia entro il 2018 diventeranno “smart” metà delle linee energetiche nella regione e 8200 cabine elettriche, che dialogheranno tra di loro attraverso una rete dati ad alta velocità.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here