Anche le donne baresi potranno contribuire a realizzare il nuovo stadio. Il Comune di Bari sta lavorando al bando per la concessione dello stadio San Nicola e la Casa delle Donne del Mediterraneo ritiene sia arrivato il momento questo importante documento anche in un’ottica di genere.\r\n\r\n”Sono tantissime le donne che frequentano lo stadio e per questo ci è sembrato opportuno che diventi un ambiente a misura di donne e quindi di famiglie”, ha detto Annamaria Ferretti coordinatrice della Casa delle donne del Mediterraneo. E’ partito quindi un dibattito in rete che in una prima fase ha consentito di raccogliere le esigenze delle tantissime donne che hanno partecipato al sondaggio.\r\n\r\n”Le segnalazioni che sono arrivate – ha raccontato la Ferretti – riguardano diverse carenze dello stadio: dalla necessità che si illuminino i parcheggi, ai posti auto per le donne in gravidanza. Sarebbe inoltre necessario che tutti i bagni fossero sorvegliati e non solo quelli in tribuna. E’ emersa anche la necessità di un babysitteraggio – già presente in tribuna – esteso a tutto lo stadio”.\r\n\r\nLe idee raccolte saranno portate in una assemblea pubblica convocata dalla Case delle donne – lunedì 10 ottobre – nel corso della quale si raccoglieranno altri suggerimenti per consegnare un documento nelle mani dell’assessore allo sport Pietro Petruzzelli e della presidente della commissione pari opportunità del Comune di Bari Alessandra Anaclerio. All’incontro saranno presenti la stampa sportiva e non, le donne e gli uomini appassionati di sport, le tifose e i tifosi “perché – ha concluso la Ferretti – il nuovo stadio deve diventare un luogo che tenga conto della costante presenza delle donne agli eventi sportivi e non solo”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here