Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Aveva 438 pazienti, ma il numero di vaccini da lui prescritti era superiore: 497. Sarebbe quindi con false ricevute di rimborso, secondo gli inquirenti, che Michele Salzo, medico di base di Conversano, avrebbe ottenuto nel 2014 illegalmente circa mille euro di rimborsi dalla Asl di Bari. Il processo di Salso, accusato di falso e tentata truffa ai danni dell’azienda sanitaria locale, è cominciato oggi dinanzi al tribunale monocratico di Bari e proseguirà il 28 ottobre. Si sono costituiti parti civili la Asl di Bari e l’Ordine dei Medici di Bari.\r\n\r\nIl numero di vaccini mai somministrati potrebbe però essere superiore a 60. Dalle indagini dei carabinieri del Nas, coordinate dalla pm Luciana Silvestris, si è scoperto che almeno 107 pazienti del medico non sarebbero mai stati sottoposti a vaccino antinfluenzale. A confermarlo sono stati gli stessi pazienti durante le indagini. Gonfiare il numero di vaccini realmente effettuati sarebbe stato un buon affare per il medico: per ciascuna dose si riceve poco più di 6 euro dalla Asl. Uno stratagemma scoperto però dall’Azienda sanitaria locale, che ha denunciato il medico dando così il via alle indagini dei carabinieri.\r\n\r\nNon si tratta del primo processo affrontato dal medico di Conversano. In passato era stato imputato nel processo Farmatruffa, relativo a un presunto raggiro da circa 20 milioni di euro ai danni del Servizio sanitario nazionale, conclusosi in Cassazione con la prescrizione di tutti i reati per gli oltre 70 imputati.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui